Parolin scrive al cardinale Scola: "Papa Francesco visiterà il Gemelli"

Il Segretario di Stato invia una lettera all'arcivescovo di Milano in occasione della 90° Giornata per l'Università Cattolica del Sacro Cuore che la Chiesa italiana celebrerà domani

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 454 hits

La Chiesa italiana celebra domani la 90° Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, dal titolo “Con i giovani, protagonisti del futuro”. Per l'occasione, il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin ha inviato una lettera per l’occasione al cardinale Angelo Scola, presidente dell’Istituto G. Toniolo di Studi superiori. 

Nel testo, il porporato esprime a nome di Papa Francesco “il più vivo apprezzamento e il più sentito incoraggiamento all’Università Cattolica del Sacro Cuore, affinché, sostenuta dall’Istituto Giuseppe Toniolo di studi Superiori, ente fondatore e promotore, possa continuare ad essere testimonianza viva ed efficace dell’impegno della Chiesa verso le nuove generazioni.

L’Ateneo, anche avvalendosi di indagini approfondite, come il recente “Rapporto Giovani”, manifesta la sua volontà di comprenderle e accompagnarle in modo creativo ed efficace nell’affrontare le grandi sfide del tempo presente”.

Il cardinale Parolin, ricordando inoltre i 50 anni dalla Fondazione del Policlinico Gemelli, espressione dall’Università Cattolica, scrive: “sono lieto di comunicarle che il Santo Padre accoglie volentieri l’invito a visitare il “Gemelli” e incontrare i malati e il personale”.

Per la stessa occasione, il cardinale Scola ha inviato un messaggio agli studenti: “Attenti e sensibili all’invito pressante di Papa Francesco a «non farsi rubare la speranza» i giovani non cercano scorciatoie o soluzioni magiche, chiedono piuttosto di essere messi in grado di affrontare i problemi con una rigorosa formazione professionale, animata dalla perenne ricerca del senso del vivere.

Fin dalla sua nascita l’Università Cattolica si è fatta interprete della missione educativa della Chiesa e oggi, ancor più che negli anni passati, è chiamata ad essere luogo fecondo di dialogo tra la fede e i diversi campi del sapere per offrire alle nuove generazioni quella sapienza del conoscere e del vivere la cui fonte primaria è Gesù Cristo, principio di ogni autentica saggezza umana”.

*

Per maggiori informazioni:

http://www.istitutotoniolo.it/2014/04/30/comunicato-stampa-con-i-giovani-protagonisti-del-futuro/