"Particella di Dio": la scienza chiama in causa il Creatore?

Martedì 27 novembre a Catanzaro la seconda sessione del Progetto UniVersus 2012/2013

| 984 hits

CATANZARO, domenica, 25 novembre 2012 (ZENIT.org).– “Particella di Dio”: la scienza chiama in causa il Creatore? Un confronto tra Alessandro Omizzolo, Astronomo della Specola Vaticana, e Alessandro Carioti, Docente di Teologia presso l’ISSR di Reggio Calabria. 

Sarà dedicata al confronto tra visione scientifica dell’universo e mistero della creazione ex nihilo, la seconda sessione del progetto UniVersus 2012-2013 che si terrà il prossimo martedì, alle ore 18.00, presso la Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro. 

In questa luce la seconda sessione concentrerà l’attenzione su due ordini di interrogativi. Innanzitutto un approfondimento nell’orizzonte della fisica e della cosmologia: cos’è e come funziona il bosone di Higgs? Perché è così determinante per la comprensione dell’universo? Subito dopo, ecco la domanda di fondo: è epistemologicamente corretto confrontare i modelli scientifici della comprensione dell’universo con l’idea teologica di creazione? La verità della cosmologia conquista territori che erano prima assegnati alla verità delle fede? O piuttosto anche questa vicenda conferma che scienza e fede si muovono, secondo ambiti e metodi diversi, nell’orizzonte di un’unica verità?

D’altra parte esiste anche una visione cristiana del cosmo e lo stesso concetto di creazione viene ampliato nell’idea agostiniana di “creazione continua”. Proprio pochi giorni fà Benedetto XVI nel discorso tenuto alla Pontificia Accademia delle scienze (8 Novembre) è ritornato sulla implicazione ed interazione tra vision scientifica del mondo e fede Cristiana: “Questa visione contiene punti di contatto fecondi con la visione dell’universo adottata dalla filosofia e dalla teologia cristiane… mentre i primi istanti del cosmo e della vita eludono ancora l’osservazione scientifica, la scienza si ritrova però a riflettere su una vasta serie di processi che rivela un ordine di costanti e corrispondenze evidenti e serve da componente essenziale della creazione permanente”

Il progetto Universus è un ciclo di conferenze interdisciplinari, realizzato dal Centro Studi Verbum in collaborazione con il Movimento Apostolico, d’intesa con l’Ufficio Cultura dell’Arcidiocesi di Catanzaro, con il patrocinio dell’Università “Magna Græcia” e dell’Ente Provincia.

* Per info e programma vedi : www.centrostudiverbum/universus