Per la prima volta il Papa nomina due donne nella Commissione Teologica Internazionale

| 343 hits

CITTÀ DEL VATICANO, 10 marzo 2004 (ZENIT.org).- Tra le nomine dei nuovi membri della prestigiosa Commissione Teologica Internazionale, approvata dal Pontefice Giovanni Paolo II il 6 marzo scorso (cfr Zenit del 9 marzo 2004) spiccano i nomi di due donne, la tedesca Barbara Hallensleben e la statunitense suor Sara Butler.



E’ la prima volta nella storia della Commissione teologica internazionale che vengono nominate due donne.

A questo proposito il Cardinale Georges Cottier, teologo della casa pontificia, ha detto al quotidiano “Avvenire” che Barbara Hallensleben e Sara Butler “sono state nominate per la loro competenza teologica e non per la loro appartenenza al genere femminile”.

Il teologo della casa Pontificia ha spiegato che: “Esiste una complementarietà, una sensibilità specifica tra uomo e donna che si manifesta anche in un diverso approccio alle scienze teologiche”.

”Una scelta - ha precisato il Cardinale Cottier - che anche le donne possono essere eccellenti teologhe”.

Barbara Hallensleben insegna teologia alla Facoltà teologica di Friburgo in Svizzera. Specializzata sui temi ecumenici è consultore del pontificio Consiglio per l’Unità dei cristiani, di cui è Presidente il Cardinale Walter Kasper.

Suor Sara Butler è docente di teologia sistematica all’Università di Saint Mary of the Lake di Mundelein a Chicago. Secondo “Avvenire”, negli anni settanta la teologa è stata una delle più ferme sostenitrici di quelle posizioni ideologiche che promuovevano l’ordinazione sacerdotale per le donne appartenenti alla Chiesa cattolica.

In seguito ha compiuto una svolta radicale, ed oggi è convinta, come Giovanni Paolo II che per affermarsi all’interno della Chiesa il “genio femminile” non ha bisogno di cariche gerarchiche.