Per una storia dell'Azione cattolica nel mondo

Il 6 e il 7 marzo, a Roma, un convegno di studi sui problemi e le linee di sviluppo del movimento cattolico dalle origini al Concilio Vaticano II

Roma, (Zenit.org) | 772 hits

L’Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI, in collaborazione con il Forum internazionale dell’Azione cattolica, promuove il Convegno Per una storia dell'Azione cattolica nel mondo, in programma il 6 e 7 marzo 2013 a Roma, presso la Domus Mariae, in via Aurelia 481.

L’iniziativa, che porta a compimento un ampio progetto di ricerca per la ricostruzione della storia dell’Azione cattolica nei diversi contesti nazionali dalle origini al Concilio Vaticano II, vede il coinvolgimento di numerosi studiosi che hanno messo a fuoco le peculiarità delle singole realtà in un quadro comparativo.

Il Convegno prevede le relazioni di inquadramento di Philippe Chenaux (Pontificia Università Lateranense) su Universalismo e dimensione internazionale nella Chiesa di Pio XI e di Pio XII e di Giorgio Vecchio (Università di Parma) su L’Azione cattolica in Europa.

Segue la presentazione delle ricerche condotte sui contesti nazionali: Svizzera (Luigi Maffezzoli, giornalista e saggista); Francia (Magali Della Sudda, CNRS «Centre Emile Durkheim»- Institut d’études politiques de Bordeaux); Spagna (Feliciano Montero, Universidad de Alcalá de Henares); Austria (Johannes Schwaiger, Universität Wien); Germania (Claus Arnold, Goethe Universität Frankfurt am Main); Italia (Paolo Trionfini, Università di Parma); Polonia (Mariusz Leszczyński, Azione cattolica della Polonia); Messico (Massimo De Giuseppe, Università Iulm di Milano); Argentina (Ricardo W. Corleto, Pontificia Universidad Católica Argentina).