Persone sofferenti e vulnerabili in Terra Santa

Una delegazione di vescovi d'Europa e del Nord America a Betlemme dal 5 al 10 gennaio

San Gallo, (CCEE) | 634 hits

Una delegazione di vescovi d’Europa e del Nord America, accompagnati da esperti, si incontreranno dal 5 al 10 gennaio a Betlemme per l’incontro annuale del Coordinamento per la Terra Santa in un momento incerto, ricco di cambiamenti politici e sociali nel Medio-Oriente.

L’incontro è organizzato dal Coordinamento delle Conferenze episcopali a favore della Chiesa della Terra Santa e dell’Assemblea dei vescovi cattolici della Terra Santa (abbreviato con Holy Land Coordination: HLC 2013).

Nell’anno della fede, il tema centrale dell’incontro sarà l’attenzione della Chiesa cattolica alle persone sofferenti e vulnerabili in Terra Santa. La Chiesa cattolica guarda sempre con grande attenzione alle situazioni umane e sociali, particolarmente in difficoltà, specie in quella Terra, chiamata Santa da varie tradizioni religiose e che interpella tutti i cristiani nel rimanere sensibili e vigili rispetto a quanto accade lì.

All’inizio del loro incontro, domenica 6 e lunedì 7 gennaio, la delegazione si recherà in Giordania per visitare rifugiati iracheni e siriani. Nei giorni successivi, i partecipanti saranno informati sull’attuale situazione in Terra Santa da parte Sua Beatitudine il Patriarca Fouad Twal, Patriarca latino di Gerusalemme e del Nunzio Apostolico Mons. Giuseppe Lazzarotto. Successivamente, affrontando il tema centrale dell’incontro attraverso i contributi di rappresentanti di diverse organizzazioni cristiane, i partecipanti si soffermeranno sulla situazione dei rifugiati africani, lavoratori filippini e cristiani in carcere.

Don Michel Remery, Vice-Segretario Generale del CCEE, e il dott. Thierry Bonaventura, addetto stampa CCEE, rappresenteranno il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa a testimonianza della vicinanza della Chiesa in Europa ai cristiani nella terra che ha visto Gesù nascere, morire e risorgere.

Le giornate saranno scandite da numerosi momenti di preghiera, dalla celebrazione quotidiana dell’eucaristia, da incontro con le comunità locali ed i presuli cattolici di diversi riti, con gli studenti della Bethlehem University e autorità locali.

La visita si concluderà venerdì 10 gennaio a Gerusalemme con una celebrazione al Santo Sepolcro e con una conferenza stampa alle ore 10.00 presso il Patriarcato latino a Gerusalemme.

Un comunicato sarà rilasciato al termine dei lavori.

E’ negli anni ’90 del secolo scorso che debbano essere rintracciate le origini di questo particolare coordinamento, quando la Conferenza episcopale degli Stati Uniti lavorava a stretto contatto con la Chiesa in Terra Santa su temi riguardanti il futuro di Gerusalemme. Nel 1997 la Conferenza episcopale degli USA chiese alle Conferenze episcopali europee di condividere insieme il loro impegno in sostegno alla Chiesa in Terra Santa. Così nasce il coordinamento che dal 1998 compie annualmente una visita di solidarietà. Attualmente la segreteria del Coordinamento è affidato a Dr. David Ryall della Conferenza episcopale d’Inghilterra e del Galles.

Tra i 28 partecipanti, i seguenti vescovi parteciperanno quest’anno al Coordinamento per la Terra Santa:

Arcivescovo Richard Smith – Canada
Arcivescovo Joan-Enric Vives – Spagna
Vescovo Gerald Kicanas – USA
Vescovo Stephan Ackermann – Germania
Vescovo Michel Dubost – Francia
Vescovo William Kenney – Inghilterra e Galles
Vescovo Peter Bürcher – Islanda
Vescovo Declan Lang – Inghilterra e Galles.