Più di 3.000 studenti per l'XI Pellegrinaggio degli universitari ad Assisi

Sessanta i pullman che porteranno, il prossimo sabato, universitari e matricole nella città  serafica per l'evento organizzato dalla Pastorale universitaria del Vicariato di Roma

Roma, (Zenit.org) | 269 hits

Saranno circa 60 i pullman che, sabato 9  novembre, partiranno alla volta di Assisi per il tradizionale Pellegrinaggio degli universitari e accoglienza delle matricole degli atenei romani organizzato dall’Ufficio per la pastorale universitaria del Vicariato di Roma.

I partecipanti, circa tremila tra studenti e matricole, verranno accolti al loro arrivo (ore 9.30) nella basilica di Santa Maria degli Angeli. Qui il gesuita padre Germano Marani terrà una catechesi sul tema che farà da filo conduttore all’intera giornata: «“Si alzò e lo seguì”. Camminare, edificare, confessare  con la cultura nelle periferie esistenziali della città».

Seguirà, alle 11.15, la celebrazione eucaristica presieduta dal direttore dell’Ufficio per la pastorale universitaria, il vescovo Lorenzo Leuzzi, che spiega: «Papa Francesco ci ha chiesto in più occasioni di correre verso il Signore, perché non si può restare sonnolenti quando la Parola ti raggiunge nella tua esistenza. Infatti l’uomo, incontrando Cristo, non può non metterlo al centro della propria vita quale punto di riferimento e motivazione per tutto ciò che fa».

In particolare, aggiunge il presule, «agli studenti, “discepoli missionari”, spetta di condividere le dinamiche universitarie, le occasioni di studio, le problematiche, le esperienze e i sogni avendo Dio come guida». E conclude: «L’invito che quest’anno vogliamo fare ai nostri giovani è proprio di riscoprire nella loro vita l’esperienza della fede e da questa ripartire così come fece Matteo che, alla chiamata del Cristo, “si alzò e lo seguì” rimettendo in gioco tutta la sua vita verso nuovi sentieri».

Nel pomeriggio di sabato i ragazzi saliranno al Sacro Convento per rendere omaggio alla tomba del Poverello di Assisi, visitando anche altri luoghi francescani, in particolare la basilica di santa Chiara, dove riposano le spoglie mortali della fondatrice delle Monache Clarisse, e il convento di San Damiano, dove san Francesco ricevette dal Signore l’invito ad «andare e riparare la Sua casa». Quindi, alle 17.30, i ragazzi si ritroveranno in piazza San Francesco per la fiaccolata conclusiva, che sarà presieduta dal vescovo Enrico dal Covolo, rettore della Pontificia Università Lateranense