Polonia: una valanga di firme in difesa della TV Trwam

All'unica emittente cattolica del Paese è stata negata la concessione sul multiplex digitale

| 861 hits

ROMA, martedì, 7 febbraio 2012 (ZENIT.org).- Già più di un milione di firme in difesa della televisione cattolica polacca Trwam sono pervenute nella sede dell’emittente a Torun. Nel frattempo vengono contate le nuove voci di protesta contro la decisione del Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione che ha negato a questa unica televisione cattolica lo spazio sulla piattaforma digitale – ogni giorno arrivano da 900 a 1200 lettere con centinaia di firme. Il direttore della televisione p. Tadeusz Rydzyk ha ringraziato tutti e ha chiesto di continuare tali gesti di appoggio. „Più di un milione di firme in difesa della Televisione Trwam mostra che la nostra società si sta svegliando e che cresce il senso di responsabilità” – ha sottolineato il vescovo emerito di Lomza, mons. Stanisław Stefanek. In difesa della Televisione Trwam si sono schierate anche tante organizzazioni. Invece il Consiglio Permanente dell’Episcopato Polacco ha preparato un apposito appello. I vescovi hanno sottolineato che l’esclusione di un emittente di carattere religioso viola il principio di pluralismo e uguaglianza davanti alla legge.