Premiare le "buone notizie"

Sabato 26 gennaio, verrà consegnato il riconoscimento ai maestri del giornalismo italiano che nella loro carriera hanno fatto prevalere la notizia nella sua oggettività e correttezza

Roma, (Zenit.org) | 2236 hits

Sarah Varetto, giovanissimo direttore di Sky Tg24; Aldo Cazzullo, inviato del Corriere della Sera e scrittore di fama; Pippo Corigliano, già portavoce per oltre quaranta anni della Prelatura dell’Opus Dei in Italia e autore instancabile; e Angelo Scelzo, primo e unico laico italiano sottosegretario al Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali.

Sono questi i vincitori della V edizione del Premio “Le Buone Notizie – Civitas Casertana”, che si terrà a Caserta il prossimo sabato 26 gennaio. Il Premio, unico nel suo genere in Italia è promosso dall’Ucsi (Unione Cattolica stampa Italiana) di Caserta, con l’Assostampa e l’Ucs (Ufficio Comunicazioni Sociali) della Diocesi di Caserta, insieme con il Corso di Comunicazione dell'Issr (Istituto Superiore Scienze Religiose) e l'Associazione ScrivEremo di Caserta, e riceve il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. 

Il riconoscimento intende segnalare all’opinione pubblica maestri del giornalismo italiano o anche giornalisti scrittori che, nella loro carriera e nell'impegno quotidiano, fanno prevalere con intelligenza e professionalità la Notizia nella sua oggettività, completezza e correttezza, e, soprattutto, sanno informare e promuovere anche le tante “buone” notizie della vita quotidiana.

A patrocinare il premio “Le Buone Notizie – Civitas Casertana” anche quest’anno sarà l’Asips (Azienda della Camera di Commercio per l’Innovazione della produzione e dei servizi). Per la quinta edizione la giuria del Premio, che è composta da giurati popolari che segnalano una rosa di candidati e la commissione tecnica (composta dal presidente dell'Assostampa di Caserta Michele De Simone, dal componente della Giunta nazionale dell’Ucsi Luigi Ferraiuolo, dal presidente dell’Asips Maurizio Pollini, dal direttore dell'Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi don Michele Tagliafierro, dal delegato del Corso di Comunicazione, don Nicola Lombardi, e dal delegato di ScrivEremo, don Valentino Picazio) che seleziona i vincitori, ha individuato i quattro premiati sulla base del lavoro svolto durante la loro carriera e del loro impegno attuale.

Ai vincitori verrà consegnata l'originale scultura in bronzo realizzata appositamente per il Premio “Le Buone Notizie – Civitas Casertana” dall'artista Battista Marello. Lo scorso anno i riconoscimenti sono andati ai giornalisti Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica; Maria Concetta Mattei conduttrice del Tg2 e curatrice di Tg2-Storie; e Stefano Maria Paci, vaticanista di Sky Tg24. Negli anni precedenti tra i premiati grandi nomi dell’informazione italiana, tra cui Giovanni Minoli della Rai; Giuseppe De Carli, direttore di Rai Vaticano; Franca Zambonini di Famiglia Cristiana, Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Carmen Lasorella, direttore di Rai SanMarino e Stefano De Martis, direttore di Tg2000 di Tv2000.