Presentata a Roma la Raccolta de “Gli angeli custodi del Papa”

| 931 hits

ROMA, giovedì, 21 dicembre 2006 (ZENIT.org).- E’ stata presentata giovedì all’Istituto Maria Bambina a Roma, la preziosa raccolta bilingue (italiano e inglese) “Gli angeli custodi del Papa, 500 anni della Guardia Svizzera Pontificia”, edito dalle Pubblicazioni Collezionare Cultura.



Si tratta di una raffinata raccolta di 250 preziose figurine, che ripercorre 500 anni di storia delle Guardie Svizzere Pontificie, dei 33 comandanti e dei circa 50 Papi che hanno servito, con le trasformazioni delle divise e degli ambienti avvenute nella storia.

Le figurine, ricavate da dipinti, foto, immagini storiche, sono tutte rigorosamente corredate da una accurata didascalia e riproducono immagini di particolare bellezza e rarità.

La collezione comprende le sezioni: la Guardia Svizzera nella storia, la divisa della Guardia Svizzera, la fedeltà e presenza a fianco dei Papi e la Guardia Svizzera oggi.

Nell’introduzione all’opera il colonnello Elmar Th. Mäder, attuale Comandante della Guardia Svizzera Pontificia si rivolge al lettore e spiega che il fascino della Guardia Svizzera non deriva solo dall’aspetto suggestivo delle belle uniformi, bensì dal “servizio al Vicario di Cristo”

“Scorrendo le immagini dell’album – scrive il colonnello Mäder – anche il lettore prende parte, in qualche modo, a quello che noi Guardia compiamo” e così “anche lei diventa nell’animo un protettore del Santo Padre e della Chiesa”.

Il professor Giovanni Morello, curatore della raccolta e membro della Commissione permanente per la tutela dei monumenti storici ed artistici della Santa Sede, ha spiegato che questa forma editoriale ha un notevole impatto pedagogico, perché permette a un pubblico anche giovane di conoscere le vicende della Guardia Svizzera Pontificia, che nel gennaio del 2006 ha celebrato i 500 anni di servizio alla Santa Sede.

Il professor Morello ha ripercorso la storia di questo glorioso corpo militare, la cui forza sta nella fedeltà assoluta al Pontefice, ribadita anche dal motto che recita “acriter et fideliter”.

A questo proposito ha poi ricordato il bagno di sangue delle Guardie Svizzere e del loro capitano che nel 1527, in occasione del sacco di Roma, si fecero sterminare dai lanzichenecchi pur di permettere al Pontefice Clemente VII di riparare a Castel Sant’Angelo.

L’altro curatore della raccolta, il professor Vittorio Panzini, studioso di iconografia sacra di piccolo formato, ha spiegato come sono state ricavate le diverse figurine ed ha illustrato il modo in cui l’album riproduce tutti i comandanti della Guardia Svizzera, così come i diversi Pontefici.

Circa la storia delle raccolte di figurine, il professor Panzini, ha ricordato che già nel 1700 in Francia vennero stampate figurine per raccontare la Bibbia e la storia di Gesù.

Claudio Ventrella, Direttore Editoriale delle Pubblicazioni Collezionare Cultura, ha precisato che l’opera, oltre che nelle librerie, può essere acquistata in rete collegandosi al sito www.collezionarecultura.it.

Nell’ultimo anno l’editrice Pubblicazioni Collezionare Cultura ha suscitato un notevole interesse per aver pubblicato e venduto oltre 200mila album e 20 milioni di figurine, relative all’ “Album dei Santini” e all’Album “Santi, i Campioni della fede”.