Presentate le Lettere Credenziali dell'ambasciatore polacco presso la Santa Sede

Piotr Nowina-Konopka è stato ricevuto stamattina in udienza da papa Francesco

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 284 hits

Papa Francesco ha ricevuto stamattina in udienza, Piotr Nowina-Konopka, Ambasciatore di Polonia presso la Santa Sede, in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali.

Piotr Nowina-Konopka, sposato con due figlie, è nato a Chorzów il 27 maggio 1949.

Laureato in Economia all’Università di Danzica, nel 1972, ha successivamente conseguito un Dottorato di ricerca nella medesima materia (Università di Danzica, 1978).

Ha ricoperto i seguenti incarichi lavorativi:

- Assistente al Politecnico di Danzica (1972-1974);

- Vice Dirigente centrale nella Sezione di Appello del Tribunale Marittimo di Danzica (1976-1978); Docente Associato presso l'Università di Danzica (1978-1989); Docente presso l'Istituto di Teologia di Danzica (1988-1989); Vice Direttore del College of Europe "Brugia-Natolin" (1999-2004); Presidente del Consiglio della Fondazione Polacca "Robert Schuman" (2004-2006); Esperto Senior Internazionale del programma di aiuto dell'UE per il Parlamento di Georgia (2005-2006); Responsabile del Parlamento Europeo per le Relazioni con i Parlamenti Nazionali dell'UE, Bruxelles-Strasburgo (2006-2009); Direttore dell'European Parliament Liaison Office with US Congress, Washington DC (2009-2012).

Nowina-Konopka ha svolto anche un'intensa attività politica, ricoprendo i seguenti ruoli: Co-fondatore e Segretario Generale del "Club degli Intellettuali Cattolici di Danzica" (1980-1983); Collaboratore e portavoce del Presidente di "Solidarność" Lech Wałęsa (1982-1989); Portavoce di "Solidarność" durante i lavori della "Tavola Rotonda" (1989); Ministro nel Gabinetto del Presidente della Repubblica di Polonia (1989-1990); Co-fondatore e Segretario Generale del partito "Unione Democratica" (1990-1993); Membro del Consiglio Nazionale del partito "Unione della Libertà" (1994-1999); Deputato della I, II e III Legislatura (1991-2001); Segretario di Stato nell'Ufficio del Comitato dell'Integrazione Europea (1998); - Segretario di Stato nel Gabinetto del Presidente del Consiglio dei Ministri (1998-1999); Vice incaricato del Governo per le trattative sull'entrata della Polonia nell'Unione Europea (1998-1999).

Oltre al polacco, parla l'inglese, il francese, il tedesco, il russo e l'italiano.