"Primavera Araba" e Diritti Umani: situazione e prospettive

A Milano un dibattito promosso dai Circoli "Giovanni Paolo II" e dall'UCID

Milano, (Zenit.org) | 805 hits

Due anni fa scoppiava in Egitto la rivolta di Piazza Tahrir, definita poi come l’inizio della “Primavera Araba”. Oggi come allora in Egitto si continua a chiedere libertà e democrazia. Che cosa è veramente cambiato in Medio Oriente da quando è scoppiata la “Primavera Araba”? Quali eventi e prospettive dobbiamo aspettarci? Quali conseguenze per il mondo occidentale?

Questi e tanti altri aspetti saranno trattati nella conferenza organizzata dai Circoli Giovanni Paolo II e dall’UCID (Unione imprenditori e dirigenti cattolici), in collaborazione con Fondazione Spes, Fondazione Universitaria Europea, dal titolo “Primavera Araba” e Diritti Umani: situazione e prospettive,  da tre relatori di alto spessore professionale: un docente universitario, esperto di cultura araba, un imprenditore cattolico e un sacerdote.

Sono diverse prospettive per un tema di grande attualità e in continua evoluzione. Apparentemente un problema lontano dai nostri confini ma che in realtà tocca l’economia internazionale, gli equilibri internazionali e i diritti umani molto di più di quanto pensiamo.

L’incontro si terrà martedì 5 Febbraio 2013 alle ore 19.15 a Milano, presso la sala dell’Ambrosianeum, (Via delle Ore 3) con tre relatori d’eccezione: la Prof.ssa Valentina Colombo, islamologa, docente dell’Università Europea di Roma, il Dott. Raymond Sfeir, imprenditore cattolico Libanese fondatore dell’EDC Libano (Entrepreneurs et Dirigeants Chrétiens) e Padre Raymond Abdo, Carmelitano Libanese, già superiore dei Carmelitani Scalzi in Libano, che parlerà della situazione dei Cattolici in Libano. Presenterà la conferenza Padre Luca Gallizia LC, pro-rettore dell’Università Europea di Roma.

Per informazioni:  lmgallizia@legionaries.org