Prorogato il termine per la presentazione dei lavori al Premio "Giuseppe De Carli"

Due le sezioni riservate a giornalisti e laureati-dottori di ricerca. Il Regolamento sul sito dell'Associazione

Roma, (Zenit.org) | 413 hits

È stato prorogato al prossimo 30 aprile il termine ultimo per l'invio dei lavori al Premio "Giuseppe De Carli", promosso dall'omonima Associazione con l'obiettivo di mantenere vivo l'insegnamento umano e professionale del compianto collega vaticanista.

La decisione di posticipare i termini è stata adottata tenendo conto degli impegnativi eventi che si sono susseguiti negli ultimi mesi nella Chiesa: dalla rinuncia al pontificato di Benedetto XVI all'elezione di papa Francesco. 

Il Premio "Giuseppe De Carli", alla prima edizione, è riservato ai giornalisti che operano nell'ambito dell'informazione religiosa nella carta stampata, nell'emittenza radiofonica, televisiva e dei nuovi media oltre che a laureati e dottori di ricerca che hanno discusso una tesi di laurea magistrale o specialistica, licenza o dottorato presso le Università pubbliche, private, pontificie o presso gli Istituti Superiori di Scienze Religiose. 

L'obiettivo del Premio è, attraverso il ricordo di Giuseppe De Carli responsabile della struttura Rai Vaticano scomparso nel 2010, di sensibilizzare, promuovere e premiare un giornalismo e una ricerca universitaria improntati alla professionalità, serietà, rispetto della deontologia e alla passione per questo particolare tipo di informazione.

L'iniziativa è promossa in collaborazione con il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma, con la Pontificia Università della Santa Croce e con la Pontificia Facoltà Teologica "San Bonaventura". Gode inoltre del patrocinio di Rai Vaticano, dell'Ordine nazionale dei giornalisti, della Federazione nazionale stampa italiana, dell'Unione cattolica stampa italiana, del Parco nazionale della Pace di Sant'Anna di Stazzema, del Consiglio regionale del Lazio e della Provincia di Roma. 

A breve saranno resi noti i nomi dei componenti la giuria scelti tra personalità del mondo accademico e del giornalismo.

Queste le categorie e le modalità di partecipazione:

Sezione A - Giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti o corrispondenti esteri): il Premio sarà attribuito a insindacabile giudizio della Giuria a uno o più operatori dell'informazione che si siano distinti per qualità e professionalità dei loro articoli o servizi apparsi su testate nazionali,

internazionali o locali della carta stampata, on-line, di radio e televisione, che abbiano come tema centrale l'informazione religiosa nei suoi diversi aspetti e declinazioni,prodotti dall'1 gennaio 2012 al 30 marzo 2013. La data ultima per la consegna del materiale è il 30 aprile 2013.

Sezione B - Laureati e dottori di ricerca: la Giuria prenderà in esame le tesi inviate dai candidati, discusse negli Anni accademici 2010/2011 e 2011/2012, che abbiano come tema centrale l'informazione religiosa nei suoi diversi aspetti e declinazioni.

Anche in questo caso, la data ultima per la consegna degli elaborati è il 30 aprile 2013.

Il Regolamento completo è disponibile sul sito dell'Associazione (www.associazionedecarli.it).

È inoltre possibile seguire le novità attraverso l'account Facebook (http://www.facebook.com/assodecarli) e Twitter (https://twitter.com/assodecarli).