"Proseguire sulla strada del generoso impegno a servizio dei più piccoli"

Il telegramma di Papa Francesco all'Associazione Meter di Avola per l'assistenza ai bambini vittime di violenza e alle loro famiglie

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 408 hits

All'indomani della istituzione di una Commissione per la protezione e la prevenzione dei casi di abusi sessuali su minori, il pensiero di Papa Francesco va ancora ai bambini vittime di violenza. Il Santo Padre ha infatti indirizzato un telegramma - a firma del segretario di Stato, mons. Pietro Parolin - in occasione dell'inaugurazione della Casa Meter ad Avola, avvenuta ieri 8 dicembre, fondata da don Fortunato Di Noto per l'assistenza ai bambini e delle loro famiglie.

Nel messaggio, pervenuto all'Associazione per mezzo del vescovo di Noto Antonio Staglianò, il Papa ha espresso “compiacimento per la provvida istituzione”, esortando “a proseguire sulla strada del generoso impegno a servizio dei più piccoli, sempre animati da sentimenti di genuina carità e di amore al prossimo”. Infine, il Pontefice ha inviato la sua Benedizione Apostolica ai bambini e a tutte le persone impegnate nell’Associazione Meter per la loro protezione. 

In un comunicato, don Fortunato Di Noto ha scritto: "Siamo grati e commossi davanti alle parole del Papa" e ha ringraziato "monsignor Staglianò che si è fatto latore del telegramma, il Segretario Parolin e ovviamente Papa Francesco. Torniamo a chiedergli di venire a toccare con mano la nostra realtà, rinnovando il nostro servizio per i bambini, la società e la Chiesa cattolica di cui siamo tutti figli. Grazie, Papa Francesco!".

La Casa Meter - ricorda la nota - è una struttura, realizzata con fortissimi sacrifici da parte di Meter, che si occupa di accompagnare le piccole vittime dell'abuso. Una Casa nel cuore della città di Avola (Sr) a servizio di tutto il territorio siciliano e nazionale. Casa Meter, si legge nel comunicato, "offre un ambiente sereno in cui il piccolo può iniziare un percorso di assistenza spirituale e psicologica pensata da Meter - attraverso i suoi volontari - per aiutare la vittima a superare il dramma causato dall'abuso".