Quali ragioni per credere nella fede cattolica?

Corso intensivo di Apologetica dell’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum”

| 945 hits

di Alfonso Aguilar, L.C.

ROMA, mercoledì, 25 febbraio 2009 (ZENIT.org).- Quindici anni fa, Steve e Janet Ray erano una coppia protestante battista dello stato di Michigan (Stati Uniti) che conoscevano la Chiesa Cattolica come la Babilonia corruttrice della fede in Cristo.

Quindici anni più tardi, Steve e Janet verranno nella Città Eterna per guidare un corso intensivo di apologetica sulla “pienezza della fede”, cioè sulle ragioni per credere nelle dottrine più controverse della fede cattolica, quali la necessità della Tradizione e del magistero per interpretare correttamente la Bibbia, il ruolo di Maria come Madre di Dio, il primato del Papa, la presenza reale di Cristo nell’Eucaristia e l’insegnamento cattolico di San Paolo.

“Ero convinto che i primi cristiani fossero ‘protestanti’ – ha confessato Steve Ray –, ma quando ho cominciato a studiare i Padri della Chiesa dei primi due secoli, come sant’Ignazio di Antiochia, san Clemente di Roma, Pappia, sant’Ireneo, san Policarpo e san Giustino martire, allora capii che la Chiesa primitiva era quella cattolica”.

“Dovevo convertirmi”, ha aggiunto l’apologeta americano. “Come dice l’adagio, ‘quanto più ti avvicini alla fonte, più l’acqua diventa fredda e chiara’. Dovevo ritornare alla Chiesa originaria, dove la verità diventava sempre più chiara e rinfrescante”.

Steve e Janet furono accolti nella Chiesa Cattolica insieme ai loro quattro figli – Cindy, Jesse, Charlotte ed Emily – la Domenica di Pentecoste del 1994.

“Quando mi convertii, pensavo che dovevo aiutare i protestanti a convertirsi,” ha spiegato Steve. “Presto mi resi conto, invece, che era più urgente aiutare i cattolici ad essere più convinti in ciò che credono”.

In effetti, l’ambiente relativista e secolarizzato pone i cattolici di oggi di fronte all’esigenza di approfondire i motivi di credibilità della loro fede per proclamarla in maniera convincente.

A questo scopo, la Facoltà di Teologia dell’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum” (via degli Aldobrandeschi 190, Roma) ha organizzato quest’anno un Corso intensivo di Apologetica, aperto a studenti e adulti, e coordinato dal Centro Pascal, una nuova associazione culturale di carattere apologetico.

“Proprio perché la fede è poco conosciuta e molto criticata – ha sottolineato padre Juan Pablo Ledesma, Decano della Facoltà di Teologia –, dobbiamo essere ‘pronti sempre a rispondere a chiunque ci domandi ragione della speranza che è in noi’, come ci avverte San Pietro (1 Pt 3,15)”.

Il corso si svolgerà dal 20 al 24 aprile 2009, dalle 15:00 alle 19:00 ed offre un’introduzione all’apologetica e una risorsa di argomenti storici, biblici e teologici per dare ragione dei temi chiavi della fede: la Sacra Scrittura, Maria, san Pietro e san Paolo, la Chiesa e i Padri Apostolici, i sette sacramenti.

Steve Ray conosce bene ciò che insegna, non solo perché si è convertito studiando la Tradizione, ma anche perché in questi anni ha pubblicato ben cinque libri d’apologetica e ha filmato una serie di dieci DVD sulla storia della salvezza, che inizia da Abramo e arriva a sant’Agostino. Con la moglie Janet, tre o quattro volte all’anno guida gruppi di pellegrini in Terra Santa.

Perché intitolare il corso intensivo “la pienezza della fede”? “Perché nella Chiesa Cattolica si trova la pienezza della rivelazione – spiega Steve –, ma anche perché ragionare sulla fede la fa diventare in qualche modo ‘piena’”.

Per maggiori informazioni: corsoray@upra.org; www.upra.org; www.pascalcenter.org; telefono: (0039) 06.66.54.38.07 (lunedì / giovedì, 14.00 - 16.00).