Quando il Nunzio Roncalli visitò un villaggio polacco sul Bosforo

La giornalista di "Niedziela" Anna Wyszyńska ha scoperto che nel 1941 l'allora Nunzio Apostolico in Turchia visitò Adampol

Czestochowa, (Zenit.org) Don Mariusz Frukacz | 179 hits

Il Nunzio Apostolico in Turchia Angelo Giuseppe Roncalli, il futuro Papa Giovanni XXIII, nel 1941 visitò un vilaggio polacco chiamato “Adampol” (oggi Polonezkoy) sul Bosforo, e amministrò il sacramento della Cresima ad un gruppo di bambini e di giovani.

Lo ha scoperto Anna Wyszyńska, giornalista di “Niedziela”, che sta facendo ricerche sulla vita del Beato Giovanni XXIII.

“E’ una bellissima storia che bisogna ricordare adesso prima della canonizzazione del Papa Buono”, ha detto a ZENIT Anna Wyszyńska.

Si tratta di un villaggio polacco che si trovava in Turchia ed era stato chiamato Adampol in onore del suo fondatore, il principe Adam Czartoryski.

I primi polacchi sono arrivati ad Adampol all'inizio del 1842. Poi nel vilaggio polacco è stata costruita la Chiesa dedicata alla Madonna Nera di Częstochowa.

“Oggi Adampol – ha spiegato la Wyszyńska - porta un nome in lingua turca Polonezkoy, cioè il vilaggio polacco”.

Sembra che papa Giovanni XXIII avesse dei bei ricordi di Adampol, perché durante l’udienza privata concessa al generale Władysław Anders in Vaticano gli parlò di Adampol. 

Di questa vicenda ha scritto lo storico polacco Jerzy S. Łatka nel libro intitolato “Adampol. Villaggio polacco sul Bosforo.”

Nel museo in Polonezkoy si possono vedere ancora oggi alcuni ricordi della visita che l’allora Nunzio Angelo Roncalli fece al vilaggio.