"Ragazzi, vi racconto Papa Wojtyla"

Il libro della vaticanista Giovanna Chirri su Giovanni Paolo II arricchisce la proposta della Lev sul Papa presto santo

Roma, (Zenit.org) Redazione | 396 hits

Nell’imminenza della canonizzazione di Giovanni Paolo II, esce per i tipi della Libreria Editrice Vaticana il volume Ragazzi, vi racconto Papa Wojtyla, firmato dalla vaticanista dell’Ansa Giovanna Chirri. “Sono sempre stata sommersa di domande, da bimbi e ragazzi, tra cui i miei figli, sul Papa, la sua vita quotidiana, la sua storia personale, il suo piccolo Stato”, spiega l’autrice nel primo capitolo del volume. Ecco allora l’idea di rispondere in maniera agile a questi interrogativi, ripercorrendo la vita di Karol Wojtyla e il suo ministero pontificio, arricchendo l’opera di curiosità e spiegazioni semplici, dirette appunto a un pubblico giovanile, ma che possono risultare stimolanti anche per chi giovane non lo è più.

Un pontificato lunghissimo, quello di Giovanni Paolo II, dal 1978 al 2005, con numerosi “record” e nel quale ricorre più spesso l’espressione “per la prima volta”: “È il primo pontefice ad aver viaggiato tanto da percorrere per tre volte l’equivalente della distanza dalla terra alla luna, il primo ad aver fatto l’attore e l’operaio, il primo ad entrare in una sinagoga e in una moschea, ad assistere a un concerto rock e a una partita di calcio allo stadio, il primo ad essere ferito in un attentato e ad essere operato in un ospedale pubblico (…). È il primo Papa non italiano dopo 400 anni e il primo ad essere insignito della cittadinanza onoraria di Roma”. A ciascuno di questi argomenti, Giovanna Chirri dedica un approfondimento.

Interessantissimi poi i capitoli sulla gioventù di Wojtyla – la famiglia, gli studi, la guerra, gli amici –, come pure su alcuni aspetti del pontificato e della sua personalità, il suo sentirsi “polacco, italiano e romano” e la descrizione di una giornata-tipo del Papa, le sue residenze (Vaticano e Castel Gandolfo, ma anche Les Combes e Lorenzago di Cadore, dove trascorreva le vacanze), la vecchiaia e la fine della sua vita, e infine i miracoli che lo hanno condotto agli onori degli altari. Conclude l’opera, corredata dalle fotografie di Grzegorz Galazka e dalle illustrazioni di Filippo Sassòli, un’appendice con la biografia del Pontefice e la procedura di elezione del Papa.

Quest’opera si unisce ad altre pubblicazioni recenti della LEV dedicate al Papa polacco, oltre naturalmente ai volumi che ne raccolgono il Magistero.

Ricordiamo Il Papa e l’amico ebreo. Storia di un’amicizia ritrovata di Gian Franco Svidercoschi, (coedizione Cairo-LEV), che presenta l’avvincente racconto di un’amicizia, quella tra Karol Wojtyla e Jerzy Kluger, tra un cattolico e un ebreo, nella Polonia degli anni Venti, che dopo quasi tre decenni si ritrovano per caso a Roma durante il Concilio Vaticano II. Ma anche L’opera poetica completa di Karol Wojtyla (Giovanni Paolo II), curato da don Santino Spartà, che riunisce in un unico volume la ricca attività poetica del Pontefice; Compagni di viaggio. Interviste al volo con Giovanni Paolo II, a firma della giornalista Angela Ambrogetti, che ripropone i testi delle interviste rilasciate dal Papa nelle conferenze stampa ad alta quota, durante i suoi viaggi apostolici in ogni parte del mondo; Il Vangelo e l’arte. Esercizi spirituali per gli artisti, edito in collaborazione con la Fondazione Giovanni Paolo II: cinque meditazioni rivolte dall’allora vescovo ausiliare di Cracovia Karol Wojtyla agli uomini d’arte raccolti nella chiesa cittadina di Santa Croce nella Settimana Santa del 1962, alle soglie dell’apertura del Concilio Vaticano II.