Religiose USA: la Santa Sede conferma la "valutazione dottrinale"

Stamattina l'incontro tra i Superiori della Congregazione per la Dottrina della Fede e la Presidenza della LCWR

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 412 hits

Si è tenuto stamattina l’incontro tra i Superiori della Congregazione per la Dottrina della Fede con la Presidenza della Conferenza delle Superiore Religiose (LCWR) degli Stati Uniti d’America. Al colloquio ha preso parte anche l’Arcivescovo di Seattle, Peter J. Sartain, Delegato della Santa Sede per la Valutazione Dottrinale del LCWR.

“Trattandosi del primo incontro con la Presidenza del LCWR – si legge in un comunicato stampa della Congregazione per la Dottrina della Fede - il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, monsignor Gerhard Ludwig Müller, ha espresso la sua gratitudine per l’importante contributo che le Religiose offrono alla Chiesa negli Stati Uniti d’America, in modo particolare nei numerosi istituti di istruzione e nelle istituzioni a favore dei poveri che negli anni sono state fondate e dirette da Religiose”.

Il Prefetto ha poi ricordato l’insegnamento del Concilio Vaticano II riguardo all’“importante missione delle Religiose nel promuovere una visione di comunione ecclesiale fondata sulla fede in Gesù Cristo e sugli insegnamenti della Chiesa fedelmente trasmessi nelle varie epoche sotto la guida del Magistero”.

Monsignor Müller ha poi sottolineato che la Presidenza della Conferenza delle Superiore Religiose, come la LCWR, ha il fine di “promuovere gli sforzi congiunti fra Istituti membri e la collaborazione con le Conferenze Episcopali locali e i singoli Vescovi. Perciò tali Conferenze – si legge nel comunicato - sono costituite e rimangono sotto la direzione della Santa Sede”.

Infine, Müller ha informato la Presidenza di aver “recentemente discusso la Valutazione Dottrinale con Papa Francesco, il quale ha riaffermato le conclusioni della Valutazione e il programma della Presidenza della Conferenza delle Superiore Religiose”.

“È sincero desiderio della Santa Sede - conclude il comunicato - che tale Incontro contribuisca a promuovere la testimonianza integrale delle Religiose, fondata sulle solide basi della fede e dell’amore cristiano, con il fine di preservarla e rafforzarla per l’arricchimento della Chiesa e della società e per le generazioni future”.