Rivista irachena riceve il premio mondiale della stampa cattolica

| 613 hits

ROMA, lunedì, 12 marzo 2007 (ZENIT.org).- Il mensile iracheno “Al-Fikr Al-Masihi” (“Pensiero Cristiano”) ha vinto la prestigiosa Medaglia d’Oro 2007 attribuita dall’International Catholic Union of the Press (UCIP).



“‘Al-Fikr Al-Masihi’, pubblicato in arabo, è sopravvissuto alla peggiore crisi della storia dell’Iraq e lo ha fatto diventando un punto di riferimento per tutti i popoli – musulmani, cristiani e altre religioni – e tutti i tipi di gruppi etnici e linguistici. La rivista ha raggiunto tutti i livelli della società indipendentemente dal reddito, dallo status e dall’età”, ha spiegato l’UCIP in un comunicato inviato a ZENIT.

“La pubblicazione, di proprietà dei cristiani, che rappresentano meno del 3% della popolazione del Paese, è stata l’esempio principale di libertà di stampa, voce di pace e armonia tra i popoli e di promozione dei valori umani”, afferma l’UCIP.

“‘Al-Fikr Al-Masihi’ è stato fondato nel 1964 ed è il giornale cristiano più longevo in Iraq. E’ stato creato in vista di una maggiore evoluzione dei media in Iraq, così come di una maggiore libertà di stampa, in un contesto politico, civile ed ecclesiale che non era molto a favore della libertà di opinione in generale”.

“La pubblicazione ha cercato di raggiungere i suoi obiettivi introducendo regolarmente saggi, analisi, editoriali, notizie e reportages da ogni parte del mondo e da tutti i cammini di vita. Durante gli anni più difficili della guerra nel 1991 e dal 2003, i giornali hanno sostenuto e promosso posizioni esemplari”, ha concluso l’UCIP.

La Medaglia d’Oro è conferita ogni tre anni a un individuo, un gruppo o un’istituzione che in modo esemplare, con il lavoro o le azioni, ha difeso la libertà d’opinione nel senso più ampio con enfasi sugli scritti.