"Rivolgiamoci a Maria, che i due Santi Papi hanno amato come veri figli"

Concludendo la celebrazione della Canonizzazione, prima del Regina Caeli, Francesco ringrazia e saluta tutti coloro che hanno realizzato e partecipato a questa storica giornata

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 426 hits

Una "festa della fede". Così Papa Francesco definisce la Messa celebrata sul sagrato della Basilica Vaticana per la Canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Al termine della solenne funzione, e prima della recita del Regina Cæli, il Papa si rivolge ai fedeli e ai pellegrini presenti in Piazza San Pietro, nelle strade adiacenti e in diversi altri luoghi di Roma, salutandoli e ringraziandoli con affetto.

Esprime poi la sua riconoscenza ai "fratelli Cardinali" e ai "numerosissimi Vescovi e sacerdoti di ogni parte del mondo", come pure alle Delegazioni ufficiali di tanti Paesi, che - afferma - sono "venute per rendere omaggio a due Pontefici che hanno contribuito in maniera indelebile alla causa dello sviluppo dei popoli e della pace".  

In particolare, un caloroso saluto va ai pellegrini delle Diocesi di Bergamo e di Cracovia. A loro l'invito ad "onorare la memoria dei due santi Papi seguendo fedelmente i loro insegnamenti". "Sono grato a tutti coloro che con grande generosità hanno preparato queste giornate memorabili", aggiunge poi Bergoglio. Ed elenca: "... la Diocesi di Roma con il Cardinale Vallini, il Comune di Roma con il Sindaco Ignazio Marino, le forze dell’ordine e le varie Organizzazioni, le Associazioni e i numerosi volontari".

Infine, un pensiero a tutti coloro che si sono uniti alla cerimonia mediante la radio e la televisione; quindi il ringraziamento "ai dirigenti e agli operatori dei media, che hanno dato a tante persone la possibilità di partecipare".

Prima della preghiera mariana, il Papa non manca infine di indirizzare uno "speciale saluto" ai malati e agli anziani, "verso i quali - afferma - i nuovi Santi erano particolarmente vicini". Poi conclude: "Ed ora ci rivolgiamo in preghiera alla Vergine Maria, che san Giovanni XXIII e san Giovanni Paolo II hanno amato come suoi veri figli. Regina caeli…".

(S.C.)