RnS: Un "Muro di Fuoco" a sostegno della Chiesa

Continua la catena ininterrotta di preghiera in tutta Italia. Salvatore Martinez: "Ora è tempo di pregare e di fare comunione spirituale"

Roma, (Zenit.org) | 1195 hits

Il Rinnovamento nello Spirito, in questo tempo particolare per la Chiesa tutta, ha indetto una speciale iniziativa di preghiera a partire da giovedì 28 febbraio:"Un Muro di Fuoco a sostegno della Chiesa". Riprendendo la celebre immagine - "un Muro di Fuoco" - di Santa Caterina da Siena, il RnS propone un tempo di preghiera straordinario per sostenere la Chiesa, per vivere la comunione con lo Spirito Santo e riempire con lodi e suppliche il "vuoto" che dalle ore 20.00 di giovedì 28 febbraio la Chiesa universale è stata chiamata a vivere. L'intenzione comune è quella di pregare "con" Benedetto XVI e "per" la Chiesa in questo tempo di transizione che porterà all'elezione del nuovo Pontefice.

Tutto il RnS in Italia rimarrà in preghiera lungo un tempo di 4 settimane: dalle ore 20.00 di giovedì 28 febbraio alle ore 24.00 di giovedì santo 28 marzo. Ogni settimana sono coinvolte contemporaneamente circa 52 Diocesi d'Italia, ripartite tra Nord, Centro e Sud, e circa 50 differenti comunità al giorno.

Il "Muro di Fuoco" ha preso il via in Vaticano, giovedì 28 febbraio alle ore 20.00, presso la chiesa di Sant'Anna. Proprio nel momento in cui la sede pontificia risultava vacante, è iniziata la celebrazione eucaristica presieduta da don Patrizio di Pinto, coordinatore regionale del Lazio. A seguire una lunga, intensa, commossa, partecipata adorazione eucaristica con animazione carismatica, sul modello del Roveto Ardente, che si è protratta dalle 21.30 alle 24.00. Presenti nel ruolo di principali animatori il Presidente Nazionale Martinez e il Coordinatore Nazionale Landi. Nella parrocchia ubicata all’interno delle mura vaticane si continua a pregare incessantemente tutte le sere dalle ore 20 alle 21.

Il Rinnovamento nello Spirito ribadisce così la sua affettiva ed effettiva vicinanza spirituale  a Benedetto XVI. Infatti, "con" lui e "per" la Chiesa, il Movimento ha inteso promuovere questa straordinaria campagna di preghiera perché - come ha affermato il Papa nel suo saluto ai cardinali, citando il teologo Romano Guardini - «La Chiesa non è un'istituzione escogitata e costruita a tavolino, ma una realtà vivente. Essa vive lungo il corso del tempo, in divenire, come ogni essere vivente, trasformandosi... Eppure nella sua natura rimane sempre la stessa, e il suo cuore è Cristo».

Il presidente Martinez invita a partecipare a queste iniziative: «Questo è il tempo in cui i ragionamenti devono lasciare il posto alla preghiera. Quanto più questa è intensa, continua, comunitaria e concorde, tanto più risulterà gradita al Cielo. Sarà un dono grande, in questa grande "catena di intercessione" per la Chiesa e per il nuovo Pontefice, unirsi spiritualmente a Benedetto XVI che, per primo, si offre a Dio nella preghiera. La Chiesa è il luogo dove sempre fiorisce e rifiorisce lo Spirito. Noi vogliamo darne testimonianza, coinvolgendo quanti più fedeli in ogni angolo d'Italia in questo gesto d'amore e di fiducia nella Provvidenza divina. È tempo di pregare e di fare comunione spirituale».

Ulteriori informazioni sull’iniziativa "Muro di Fuoco" sono disponibili sul sito www.rns-italia.it