Sacerdote assassinato in India

Padre K.J. Thomas, rettore del seminario di Bangalore, è stato ucciso a colpi di mattone

Roma, (Zenit.org) | 807 hits

Proprio il giorno dopo Pasqua, la cristianofobia è tornata a colpire in India. L’omicidio di padre K.J. Thomas, 65 anni, rettore del seminario di Bangalore, nel Sud del Paese, è avvenuto ieri mattina, presumibilmente tra le 2.30 e le 3 del mattino, ora in cui sono state udite delle grida strazianti.

Gli assassini, attualmente a piede libero, si sarebbero introdotti all’interno del seminario, favoriti dalla pioggia battente, assestando al sacerdote alcuni colpi di mattone sulla testa.

A scoprire il corpo senza vita di padre Thomas, è stata la sorella del rettore, una religiosa, che, lo attendeva all’aeroporto. Non avendo ricevuto alcuna risposta alle sue telefonate, la suora si è recata di persona al seminario, trovando così il corpo martoriato del fratello, riverso nella mensa della struttura diocesana.

Le forze dell’ordine stanno seguendo la pista del furto aggravato dall’omicidio, poiché mancano all’appello alcuni documenti dall’ufficio di padre Thomas e dall’amministrazione.

Il delitto è stato definito “brutale, terribile e senza senso” dall’arcivescovo di Bangalore, monsignor Bernard Moras. Interpellato dall’agenzia Asia News, il presule ha descritto padre K.J. Thomas come “un sacerdote pio e pacato, la cui morte rappresenta una grave perdita per tutti noi e per il seminario in particolare”.

Da parte sua, il cardinale Oswald Gracias, presidente della Conferenza Episcopale Indiana, ha espresso le proprie condoglianze alla famiglia di padre Thomas, agli studenti e allo staff del seminario. Il rettore assassinato “era un caro amico e un sacerdote umile, compassionevole, rispettabile e dal cuore buono, amato da tutti”, ha affermato il cardinale Gracias.

La salma del sacerdote indiano, sarà trasportata nelle prossime ore a Ootacamund, sua diocesi natale, dove si celebreranno i funerali, nella data che sarà stabilita dal vescovo locale.

Nel frattempo decine di sacerdoti, seminaristi e laici, hanno celebrato stamattina una messa in suffragio di padre K.J. Thomas.