Santa Sede e Malta: una piena convergenza di vedute

Nell'incontro in Vaticano, tra il Papa e il premier Joseph Muscat, è emerso il ruolo fondamentale ed influente che la Chiesa ancora svolge nel piccolo stato insulare mediterraneo

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 277 hits

Papa Francesco ha ricevuto stamattina in Udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il Primo Ministro della Repubblica di Malta, Joseph Muscat. Il premier maltese ha poi incontrato il cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano, accompagnato da monsignor Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

“Durante i cordiali colloqui – si legge in una nota della Santa Sede - sono state ricordate le origini apostoliche della Chiesa maltese e l’impronta determinante che il cristianesimo ha lasciato nella storia e nella cultura del Popolo dell’Arcipelago”.

Sono state inoltre ricordate le visite pastorali compiute a Malta dal Beato Papa Giovanni Paolo II e dal papa emerito Benedetto XVI, “che hanno lasciato un profondo ricordo nella vita della Chiesa e nella popolazione”.

Nel corso dell’incontro è stata poi riaffermata “la necessità di mantenere saldi i valori cristiani e si è richiamato l’importante ruolo che la Chiesa cattolica svolge con le sue istituzioni di carattere educativo e assistenziale e che è tutelato grazie anche ai numerosi Accordi conclusi tra la Santa Sede e Malta, fra cui quelli sull’insegnamento della religione cattolica nelle scuole statali, sulle scuole cattoliche e sulle proprietà della Chiesa. Particolare cenno è stato fatto all’Accordo sugli effetti civili dei matrimoni religiosi che sarà oggetto di ulteriori colloqui tra le Parti”.

Nel menzionare “le importanti sfide e situazioni critiche che interessano la regione del Mediterraneo e il ruolo del Paese nell’Unione Europea, speciale rilievo è stato dato al fenomeno delle migrazioni verso l’Europa, che vedono fortemente impegnati sia la Chiesa che il Governo di Malta”, ha poi concluso il comunicato stampa.