Sarmede al Festival Biblico con sogni di libertà

Si inaugura il 14 aprile la Mostra di illustrazioni per l'infanzia ospitata anche in Basilica Palladiana. Già centinaia i bambini iscritti ai laboratori didattici

Roma, (Zenit.org) | 440 hits

Cappelli parlanti, alberi coloranti e atmosfere indiane. Il sogno diventa protagonista nel nuovo allestimento della Mostra di Illustrazioni per l’Infanzia di Sarmede, ospitato anche quest’anno all’interno del Festival Biblico. L’inaugurazione avverrà domenica 14 aprile 2013, alle 17.00, presso l’Areopago del Centro Culturale San Paolo di Vicenza (viale Ferrarin, 30) con un momento di festa, gioco e letture dedicate ai bambini e alle famiglie guidato da Monica Monachesi, consulente artistico di “Le immagini della fantasia”. 

Sognare, immaginare, sentirsi liberi. Quale periodo, se non l’infanzia, incarna meglio questo speciale stato dell’anima in cui ogni emozione è sospesa tra realtà e fantasia? A ricostruire e rappresentare i “sogni di libertà” racchiusi in ciascuno di noi ci hanno pensato gli artisti della Mostra Internazionale per l’Infanzia di Sarmede, anche quest’anno partner del Festival Biblico per la IX edizione della manifestazione (31 maggio-9 giugno 2013) dedicata, non a caso, al rapporto tra fede e libertà.

Organizzata in collaborazione con la Fondazione Štěpan Zavřel di Sarmede l’esposizione è composta da 98 tavole originali di illustratori professionisti selezionate dalla 29° edizione della kermesse internazionale sarmedese.

Come ormai è tradizione, l’appendice biblica della storica manifestazione trevigiana avrà due sedi: dal 14 aprile al 24 maggio sarà ospitata al Centro Culturale San Paolo ma dal 27 maggio al 23 giugno – ovvero durante tutto il periodo del Festival Biblico e oltre – l’esibizione cambierà collocazione e si trasferirà all’interno della Basilica Palladiana, quartier generale della manifestazione biblica per l’edizione 2013.  Sarà questa cornice d’eccellenza a rendere possibile una delle novità di quest’anno, le visite guidate alla mostra con … Andrea Palladio e Štěpán Zavřel! Saranno proprio loro ad accompagnare i bambini alla scoperta dell’affascinante mondo dell’illustrazione del libro all’interno dell’immenso Tempio laico di Vicenza. Grazie alle mani esperte del burattinaio Franco Mastrovita il celebre architetto vicentino e l’indimenticato ideatore della mostra di Sarmede hanno ripreso vita nel legno e saranno a disposizione dei piccoli visitatori della Mostra.

“Sogni di liberta” infatti non è solo una mostra: attorno a se catalizzerà prima, durante e dopo il Festival Biblico una serie di iniziative didattiche di alto profilo.  Proprio per questo motivo l’iniziativa è stata inserita nel POFT - Piano dell’offerta formativa territoriale del Comune di Vicenza 2013 - e si collega al progetto europeo Art&Heart promosso dall’Amministrazione Comunale berica per l’educazione delle nuove generazioni sui temi dello sviluppo, della cooperazione e della lotta alla povertà.

Durante la mostra - dal 15 aprile al 24 maggio e dal 10 al 23 giugno - saranno attivi numerosi laboratori didattici sul tema dell’esposizione (tutti su prenotazione e a pagamento) destinati sia ai bambini sia ad insegnanti o educatori. I più piccoli quest’anno potranno scegliere tra ben otto percorsi creativi diversi pensati dalle educatrici Anita Liotto ed Elena Marconato allo scopo di far riflettere, ma anche sognare, sul tema della libertà. 

Sono già più di 400, provenienti da una decina di scuole per l'infanzia e primarie di Vicenza e provincia, i bambini iscritti ai laboratori. Tra i piccoli allievi che parteciperanno alle iniziative del Festival nelle prossime settimane ci sono quelli della Scuola di Laghetto, Polegge e delle Maddalene, alcune classi della scuola per l'infanzia “Fiorasi”, e “Via Prati”. Completano questo primo gruppo di “visitatori attivi” una classe di catechismo di una parrocchia di Vicenza e un paio di gite scolastiche provenienti da Camisano e Carmignano.

Si terranno invece prima dell’inaugurazione della Mostra (13 e 14 aprile 2013, prenotazione necessaria e a pagamento) le occasioni formative per insegnati ed educatori concentrate in due stage-laboratori dedicati uno alla all’illustrazione contemporanea e l’altro al “Warli painting”, una tecnica indiana di illustrazione mutuata dalla popolazione Warli.

* Per informazioni e prenotazioni contattare la Segreteria del Festival Biblico: segreteria@festivalbiblico.it
comunicazione@festivalbiblico.it