Sbarca su Internet un nuovo servizio televisivo sul Vaticano

L’Agenzia Rome Reports è ora stata lanciata in Rete

| 961 hits

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 15 dicembre 2006 (ZENIT.org).- L’agenzia di notizie televisiva sul Vaticano Rome Reports viene lanciata da questo giovedì su banda larga in Internet.



L’agenzia, con sede a Roma, metterà quotidianamente a disposizione informazioni di tre minuti sul Vaticano, documentari di 26 minuti una volta a settimana e una volta al mese un reportage di 52 minuti. Lo ha spiegato il suo Direttore, Yago de la Cierva, nel corso di una conferenza stampa nella Sala della Stampa Estera a Roma.

Il servizio è in spagnolo, inglese e prossimamente anche in francese e per un mese e mezzo sarà gratuito, prima di divenire a pagamento.
 
“Il servizio è a pagamento: pensiamo che deve essere il mercato a dire se un’iniziativa di questo genere ha spazio”, ha detto de la Cierva in conferenza stampa.
 
Il Direttore dell’agenzia ha definito l’utente al quale ci si rivolge “un navigatore Internet con un collegamento ADSL e quindi europeo, nordamericano e forse da altre zone ma ben collegate”.
 
I clienti di questo nuovo servizio sono persone “che guardano al Vaticano con simpatia ma anche con spirito critico”. Con simpatia “perché altrimenti non pagherebbero otto euro al mese”, e con spirito critico “perché è qualcuno che legge, guarda la televisione e sa che tutte le istituzioni commettono errori”, ha osservato il giornalista.

Il Direttore ha presentato il profilo del potenziale utente attraverso un paragone calcistico: “Tifosi ma che si possono arrabbiare, e che sono quelli che fanno cambiare squadra all’allenatore”.
 
Le informazioni a disposizione non sono di tipo religioso, ma “informazioni politiche, sociali ed economiche dal punto di vista del Vaticano”, ha precisato de la Cierva, che è anche professore della Facoltà di Comunicazione Istituzionale dell’Università della Santa Croce di Roma.

Rome Reports offre dal 2004 servizi sul Vaticano a televisioni commerciali e cattoliche che non hanno corrispondenti a Roma. Una delle sue specificità è che non produce “notizie che non meritino poi di essere nei giornali, perché riguardano solo i cattolici e la loro fede”, ha spiegato de la Cierva.
 
“Il Vaticano ha bisogno di informazione ma anche di interpretazione”, ha aggiunto.
 
I servizi si potranno vedere in vari modi: video on demand (VOD), live (dal vivo) e in programmazione. Il sistema di ricezione del segnale usato è la “Narrowstep Technology”, che permette un’elevata qualità di visione.

Rome Reports ha concluso una partnership con l’impresa svizzera WBBS, proprietaria della piattaforma televisiva Baobabtv specializzata in televisione su Internet. Baobab porrà Rome Reports come canale televisivo all'interno di un menù in cui l’utente potrà scegliere una televisione specializzata in golf oppure in orologi di marca.

[Ulteriori informazioni su www.romereports.tv]