Scuole di tutto il mondo unite in una rete educativa internazionale

Il progetto è promosso dalla Pontificia Accademia delle Scienze

Roma, (Zenit.org) Rocío Lancho García | 430 hits

Una rete educativa internazionale promossa dalla Pontificia Accademia delle Scienze per insegnare solidarietà e fraternità e costruire una società più umana. Così monsignor Marcelo Sanchez Sorondo, Cancelliere dell'Accademia, ha presentato ieri mattna il progetto che ha definito "Scholas Occurrentes”, nella Casina Pio IV in Vaticano.

Si tratta di una nuova rete educativa internazionale tra scuole di ordine e grado diverso, per una società inclusiva che garantisca ciò che è necessario per ciascuno, al fine di sviluppare progetti di vita secondo la propria cultura e le proprie convinzioni.

Il progetto prende spunto dall’esperienza della Escuela de vecinos e della Escuelas hermanas di Buenos Aires. Iniziative che sono state promosse dal cardinale Jorge Mario Bergoglio quando era Arcivescovo di Buenos Aires. Il direttore del programma argentino Escuela de vecinos, il professor José María del Corral, ha spiegato che si tratta di un'iniziativa in cui scuole di tutto il mondo possono essere collegate a condividere i loro progetti pedagogici.

el Corral ha ricordato inoltre l’importanza dei progetti educativi, soprattutto nelle zone che vivono una realtà di povertà e sottosviluppo. Ha quindi affermato: "Come insegnante e docente rappresento molti educatori che si sentono soli sapendo che in certe zone insegnare sembra sempre più difficile e a volte impossibile". Ma in queste situazioni difficili - ha aggiunto - "non possiamo buttare la palla fuori, perché in questo gioco sono i giovani che stanno rischiando la loro vita".

Per maggiori informazioni: http://scholasoccurrentes.org/home.htm