Seminario neocatecumenale a Londra

L'arcivescovo Vincent Nichols ha firmato ieri il decreto ufficiale in un incontro al quale hanno partecipato 1.800 membri del movimento

Londra, (Zenit.org) | 651 hits

L’arcivescovo della diocesi di Londra di Westminster, monsignor Vincent Nichols, ha firmato ieri il decreto ufficiale con il quale si stabilisce definitivamente il Seminario missionario “Redemptoris Mater” del Cammino Neocatecumenale. La firma ha avuto luogo insieme agli iniziatori e responsabili del Cammino Neocatecumenale Kiko Argüello, Carmen Hernández e il presbitero Mario Pezzi e altri responsabili di questa realtà ecclesiale, durante un incontro al quasi hanno preso parte quasi due mila persone.

Al seguito di 20 anni di collaborazione tra il seminario diocesano Allen Hall e il Cammino Neocatecumenale, Westminster ha voluto fare questo importantissimo passo. La diocesi ha spiegato che in questi anni ha assistito ad un’enorme crescita della fiducia  e comprensione reciproca nella formazione di coloro che si sentono chiamati al sacerdozio, apprezzando profondamente la forza dell’itinerario formativo del Cammino Neocatecumenale e delle sue comunità.”

L’accordo stabilisce che il seminario, come tutti i “Redemptoris Mater”, ha un carattere fortemente missionario che prepara i sacerdoti la quale vocazione e vita cristiana si nutre del Cammino e in questo modo, essere preparati a servirlo non solo come sacerdoti della diocesi di Westminster bensì come risposta alle richieste e inviti della Nuova Evangelizzazione nei paesi di tutto il mondo.

Inoltre, tale accordo stabilisce le basi ad una generosa partecipazione della diocesi di Westminster alla missio ad gentes, fondamentale nella visione del Cammino Neocatecumenale, nel quale l’appoggio delle famiglie del Cammino gioca un ruolo fondamentale”, ha affermato la diocesi in un comunicato. “La firma di tali accordi e la creazione del Seminario “Redemptoris Mater” è il frutto di questi anni di collaborazione e si tratta di un passo realmente importante nello sviluppo di questa cooperazione tra le diocesi e il Cammino Neocatecumenale,” spiega la diocesi londinese.