Si apre a Bogotà la riunione annuale della Fondazione Populorum Progressio

Sarà esaminato in particolare il finanziamento di progetti a favore delle popolazioni indigene dell'America Latina

| 691 hits

CITTA' DEL VATICANO, martedì, 24 luglio 2012 (ZENIT.org) – Prende il via oggi, e si concluderà venerdì 27 luglio, la riunione annuale del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Populorum Progressio, affidata sin dalla fondazione nel 1992 al Pontificio Consiglio Cor Unum.

L'incontro si tiene a Bogotà, presso il Centro di Pastorale e Spiritualità della Conferenza Episcopale della Colombia, allo scopo di esaminare il finanziamento di progetti a favore delle popolazioni indigene, meticce e afro-americane dell'America Latina e del Caribe.

Fanno parte del Consiglio di amministrazione il Cardinale Robert Sarah, Presidente della Fondazione e del Pontificio Consiglio Cor Unum; il Cardinale Juan Sandoval Iñiguez, Arcivescovo di Guadalajara (Messico) e Presidente del Consiglio di Amministrazione; l'Arcivescovo Edmundo Luis Abastoflor Montero, di La Paz (Bolivia), Vice-Presidente; l'Arcivescovo Murilo Sebastiâo Ramos Krieger, di Sâo Salvador da Bahia, Brasile; l'Arcivescovo Javier Augusto Del Rio Alba, di Arequipa, Perù; l'Arcivescovo Antonio Arregui Yarza, de Guayaquil, Ecuador; l'Arcivescovo Oscar Urbina Ortega, di Villavicencio, Colombia e il Monsignor Segundo Tejado Muñoz, Sotto-Segretario del Pontificio Consiglio Cor Unum. Due nuovi membri faranno parte quest'anno del Coniglio: il Monsignor Seastião Ramos Krieger, nuovo rappresentante del Brasile ed il Monsignor Javier Del Rio Alba, rappresentante del Perù.

La Fondazione Populorum Progressio riceve i fondi per poter operare, principalmente dal Comitato di aiuto in favore del Terzo Mondo della Conferenza Episcopale Italiana, e da donatori privati. Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione tiene tradizionalmente le sue riunioni in un paese sudamericano, con il fine di far conoscere le sue attività nelle Chiese particolari.

Quest'anno sono stati presentati 203 progetti per un importo totale di USD 2.908.727 provenienti da 19 paesi. Come tutti gli anni, le nazioni più “attive” nella presentazione dei progetti sono stati: Brasile (59); Colombia (42); Perù (15); Ecuador (16) e El Salvador (6), nazioni nelle quali le popolazioni sostenute dalla Fondazione sono più numerose. Sono stati presentati progetti da Haiti (12); Guatemala (5); Argentina (5); Bolivia (10); Paraguay (4); Cile (4); Cuba (5); Costa Rica (6); Messico (3); Venezuela (2); Nicaragua (3); Repubblica Dominicana (2); Honduras (2) e Uruguay (2).

La Fondazione si trova in una fase di rinnovamento dei suoi membri e della segreteria. Si intendono dare nuovi strumenti di diffusione delle attività della Fondazione e si porterà all'attenzione dei membri un progetto presentato da uno specialista in fondazioni, Juan Carlos Navarro, con l'aiuto del consulente giuridico di Cor Unum, Monsignor Silverio Nieto, che contiene possibili elementi di cambiamento nel metodo di lavoro della Fondazione. Nella presente riunione verranno anche eletti il nuovo Presidente e Vice-Presidente del Consiglio di Amministrazione.