Si cercano 20.000 volontari per la XX Giornata Mondiale della Gioventù (Colonia 2005)

| 869 hits

COLONIA, mercoledì, 9 giugno 2004 (ZENIT.org).- Il Comitato organizzatore della XX Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) ha calcolato che serviranno più di 20.000 volontari per accogliere i circa 800.000 giovani di tutto il mondo che accorreranno a Colonia nell’agosto del 2005 per l’appuntamento con Giovanni Paolo II.



Le celebrazioni previste abbracciano il periodo dall’11 al 21 agosto. Una volta conclusi gli incontri nelle diocesi tedesche (dall’11 al 15 agosto), gli invitati internazionali e gli anfitrioni si riuniranno per le celebrazioni principali nell’arcivescovato di Colonia.

Gli organizzatori pensano che parteciperanno all’evento circa 800.000 giovani tra i 16 e i 30 anni, 600 vescovi e 4.000 giornalisti di tutto il mondo. L’organizzazione e la realizzazione locale della GMG saranno a carico della “Weltjugendtag gGmbH” a Colonia.

L’organizzazione afferma che a partire dal prossimo 21 giugno chiunque abbia disponibilità di tempo, abbia compiuto 18 anni e desideri fornire questo servizio alla GMG potrà inviare la sua iscrizione come “volontario a breve termine” alla pagine web ufficiale dell’evento: http://www.wyd2005.org.

E’ richiesta, se è possibile, l’iscrizione in gruppo. Si cercano anche circa 1.000 capigruppo con esperienza.

Gli organizzatori spiegano che si tratta di “collaborare all’organizzazione di uno degli eventi più significativi per la Germania, conoscere gente interessante, lavorare in equipe, stabilire nuovi contatti”.

Compito di questi volontari sarà aiutare nella distribuzione dei pasti ai partecipanti o nella loro iscrizione, rispondere a domande sulla GMG o orientare i partecipanti da un “Call Center”, accompagnare le persone che hanno bisogno di aiuto – ad esempio, partecipanti portatori di handicap -, coordinare gli altri volontari, partecipare all’organizzazione dei compiti dei volontari e assistere ai preparativi dei vari eventi.

L’organizzazione sottolinea che per questo servizio è importante conoscere bene l’Inglese e il Tedesco, e che è utile parlare un’altra delle lingue della GMG: Francese, Italiano, Spagnolo.

La durata del volontariato varierà da una a quattro settimane e tutti i volontari riceveranno una preparazione adeguata alle loro attività un paio di giorni prima dell’inizio del servizio.

Per rendere possibile la partecipazione agli eventi della GMG, la giornata lavorativa non durerà, salvo alcune eccezioni, più di cinque o sei ore.

Il vitto e l’alloggio dei volontari sono a carico della GMG, che creerà anche dei “centri per volontari” con una grande varietà di offerte. Ogni collaboratore riceverà un certificato del lavoro svolto e potrà, una volta terminata la GMG, partecipare alla grande festa conclusiva per i volontari.

A partire da agosto 2004 – un anno prima dell’inizio della GMG – lavoreranno per il Comitato della GMG nel contesto di un GMG-FSJ (“Freiwilliges Soziales Jahr”, “Anno di volontariato sociale”) 145 volontari “a lungo termine” tra i 16 e i 30 anni, le cui domande d’iscrizione sono già state ricevute dai rispettivi episcopati locali (per i candidati tedeschi) o dalle Conferenze Episcopali nazionali (per i candidati stranieri).

Le condizioni e i procedimenti per l’iscrizione dei volontari a lungo termine sono stati stabiliti alla fine del marzo scorso. Questi giovani lavoreranno tra i 6 e i 13 mesi nell’organizzazione e nello svolgimento della GMG e, come i partecipanti, giungeranno da tutte le parti del mondo per impegnarsi nell’evento.

Ci sono molte possibilità di collaborare nella GMG, come l’“aiuto a titolo onorifico”, “molto apprezzato e impagabile”.

Basta desiderare di collaborare con suggerimenti o azioni e rivolgersi all’organizzazione. I volontari avranno vari compiti, come partecipare alle Messe, informare gli interessati sulla GMG, lavorare in uffici in modo sporadico o regolare, svolgere lavori manuali per l’Ufficio della GMG o montare e smontare le strutture per le Messe e gli altri eventi.

Attraverso la propria impresa, associazione o società, si può anche contribuire ai preparativi e all’organizzazione della GMG come “sponsor” della “Weltjugendtag gGmbH”, una società ad utilità pubblica.

La GMG offre anche l’opportunità di essere “anfitrione” o “anfitriona”. I giovani partecipanti hanno bisogno di trovare un alloggio (gratuito) non solo durante i giorni della GMG, ma anche durante le giornate di incontri nelle diocesi tedesche, sia in case private che in edifici pubblici o della Chiesa.

“Desideriamo che molti giovani abbiano la possibilità di conoscere la vita quotidiana tedesca; per questo chiediamo a tutti i cittadini di offrire gratuitamente alloggio ai partecipanti della GMG”, ha affermato l’organizzazione. Non si richiede “una stanza degli ospiti”; basta un luogo adatto a passare la notte con i sacchi a pelo.