Sono 46 i parlamentari per la Famiglia

Nomi importanti di politica e associazionisimo di 7 partiti diversi e aderenti alla piattaforma "Io corro per la Famiglia" sono stati eletti in Parlamento: 33 alla Camera e 13 al Senato

Roma, (Zenit.org) | 892 hits

Mentre cominciano le danze per la formazione del nuovo governo, si va consolidando la composizione del nuovo Parlamento. Il Forum, a gennaio scorso, aveva sottoposto ai candidati una piattaforma a cui aderire. In circa 400 l’hanno sottoscritta impegnandosi a darne attuazione, se eletti, nella successiva attività politica. 

Quarantasei di quegli aderenti sono ora entrati in Parlamento, 33 alla Camera e 13 al Senato, appartenenti a sette partiti diversi. Ma i prossimi giorni potrebbero portare ulteriori novità: sono infatti 6 i primi dei non eletti in liste in cui il capolista deve optare tra diverse Regioni. Altri parlamentari potrebbero dunque aggiungersi.Tra coloro che “hanno corso per la famiglia” si trovano nomi illustri della politica come Rocco Buttiglione, Lorenzo Cesa, Maurizio Gasparri, Carlo Giovanardi, Mario Mauro, Gaetano Quagliariello, Maurizio Sacconi. Ma soprattutto ci sono molti esponenti del nostro associazionismo: Gian Luigi Gigli, Paola Binetti, Mario Sberna, Edoardo Patriarca, Lucio Romano, Andrea Olivero...

A questi eletti viene affidata un’urgenza, come scrive nove&diciannove, nota quotidiana del Forum: «Chiediamo di inserire da subito, tra le priorità degli interventi di politica economica del nuovo governo, una misura urgente di “alleggerimento fiscale selettivo” per le famiglie con figli e per quelle con carichi familiari di cura (anziani fragili e disabili), capace di proteggere queste famiglie dalla povertà, sostenendo così chi genera concretamente futuro e solidarietà già oggi, nella fatica quotidiana delle relazioni familiari, ben prima di pensare alle formule con cui si governerà il Paese».