"Sorpresi dalla fede. Testimoni della vita nuova"

Un libro per convertirci in tempi di crisi e di deserto nel cuore

Roma, (Zenit.org) | 1127 hits

«Desideriamo che questo Anno susciti in ogni credente l’aspirazione a confessare la fede in pienezza e con rinnovata convinzione, con fiducia e speranza». Così il Papa nella lettera Porta fidei. Nell’omelia all’inaugurazione dell’Anno della fede ha aggiunto: «Oggi più che mai evangelizzare vuol dire testimoniare una vita nuova, trasformata da Dio». Il libro (*) curato da don Arturo Cattaneo risponde a questo auspicio e a questa considerazione, sollecitando il lettore a confrontarsi, se non addirittura a ritrovarsi, in percorsi molto diversi perché diverse sono le circostanze della vita di ciascuno. C’è però sempre un impulso unico, un collante, in tutte le interviste, ed è proprio la fede.

Una prima serie di testimonianze si snoda attorno al tema della conversione, a quel momento di svolta, così netto nella coscienza, ma da rinnovare ogni giorno, che riconosce con chiarezza inconfondibile l’autenticità e il primato dell’iniziativa di Dio, la potenza multiforme e dirompente della sua chiamata. E questo a partire da situazioni di vita estreme, e per vie tortuose o apparentemente senza sbocco, distanti anni luce dal messaggio evangelico, conferisce bellezza e colore alla sequela di Cristo nella vita della persona, della famiglia, nella vita pubblica e professionale. Ciascun testimone narra di sé, come e quando ebbe luogo quell’incontro sconvolgente prima e illuminante poi, ma sempre con ciò che può dirsi «normale» in un’ottica di fede: preghiera, lettura del Vangelo, Crocifisso, Confessione, Santa Messa, pellegrinaggi, giornate della gioventù, catechesi del Papa...

Il libro dà poi voce, significativamente più abbondante, alle testimonianze dei credenti, uomini e donne, che raccontano come la fede incida nel lavoro e nelle più svariate occupazioni quotidiane. Le due parti del libro sono profondamente connesse, perché chi è sorpreso è rinnovato, e nella vita nuova la grazia di Dio continua a sorprendere, rendendosi operativa e feconda.

La prefazione è a cura di SER Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Fra l’altro egli osserva che questo libro «mostra come la fede ha realmente la forza di rinnovare la vita dell’uomo. Ciò non significa ridurre la fede a meri sentimenti soggettivi, che potrebbero oscurare i suoi contenuti, ma evidenziare che per molti la testimonianza di chi sa tradurre quei contenuti nei fatti della propria vita è più attraente e convincente. D’altronde proprio Paolo VI nell’Evangelii nuntiandi scriveva: “L'uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri e se ascolta i maestri lo fa perché sono dei testimoni” (n. 41). Incontrare Gesù Cristo, “permettergli” di rinnovare la nostra vita: non è una teoria, ma un evento che porta alla conversione, proprio come le testimonianze raccolte in queste pagine.

La nuova evangelizzazione richiede nuovi evangelizzatori; persone che con tutta la loro vita offrono una testimonianza convincente, autentica e coerente. Solo così, infatti, sarà possibile incidere sulla vita del nostro contemporaneo e provocarlo con sempre nuove domande che toccano il senso della vita stessa. È ben nota l’esortazione della Prima Lettera di Pietro a essere “sempre pronti a rispondere a chiunque chieda ragione della speranza” che è in noi (1 Pt 3,15). Ciò significa che il cristiano è chiamato a dar ragione della sua fede e testimoniarla con la sua vita.

L’Anno della fede diventa anch’esso un segno per chiedere ai credenti, anzitutto, di passare da una fede fatta spesso di consuetudine ad una fede attiva. È necessario che ognuno sia capace di mostrare come essa sia una scelta personale, libera e convinta. Solo così si potrà arricchire la testimonianza e farla diventare essa stessa una scelta di vita di chi si è posto alla sequela di Cristo. Mi auguro che queste pagine contribuiscano ad attuare – come scrive ancora Papa Benedetto XVI in Porta fidei – “un’autentica e rinnovata conversione al Signore. […] La fede, infatti, cresce quando è vissuta come esperienza di un amore ricevuto e quando viene comunicata come esperienza di grazia e di gioia” (nn. 6 e 7)».

Una cinquantina di testimoni

Prima parte: così la fede mi ha scovato

Claudia Koll, Pietro Sarubbi, Gianni Morandi, Nando Bonini, Daniela Rosati, Kiko Arguello, Maurice Caillet, Janne Haaland Matlary, Juan Manuel de Prada, Jean-Claude Guillebaud, Scott Hahn, Lucetta Scaraffia, Carlo Nesti, Bernard Nathanson, Leonardo Mondadori, Andrè Frossard.

Parte seconda: così la fede mi rinnova

Un astronomo: Michele Pestalozzi. Un astronauta: Paolo Nespoli. Un cattedratico di Radioterapia: Numa Cellini. Un medico: Caterina Podella. Un teologo: Piero Coda. Un filosofo: Martin Rhonheimer. Un antropologo: Fiorenzo Facchini. Un imprenditore: Gregorio Fogliani. Una manager, scrittrice e artista: Luisella Traversi Guerra. Un consulente di marketing: Paolo Pugni. Un politico: Mario Mauro. Una insegnante di Scuola media: Anna Brianza. Una segretaria: Carmen Atzori. Una studentessa: Elisabetta Frondoni. Un artista: Fra’ Roberto Pasotti. Un arbitro: Massimo Busacca. Un allenatore: Cesare Prandelli. Un calciatore: Javier Zanetti. Una cuoca: Antonella Divincenzo. Un operaio: Claudio Pagnamenta. Un marito: Fabio Maccari. Una giornalista: Costanza Miriano. Una moglie casalinga: Caroline Filippini-Pablé. Una nonna: Fausta Gianella. Una malata: Clementina Meregalli Anzilotti. Un monaco: Padre Giustino Pagnamenta OSB. Un prete. Un vescovo: S.E.R. Francesco Cavina. Un cardinale: S.Em.R. Mauro Piacenza (Prefetto della Congregazione per il Clero). Un Papa: Benedetto XVI.

* Sorpresi dalla fede. Testimoni della vita nuova, a cura di Arturo Cattaneo con la collaborazione di Bruno Boccaletti, Elena Borravicchio e Claudio Pollastri, Edizioni Elledici, Torino 2013