Storie vere di dolore e di rinascita in scena a Fabriano

Chiara Amirante ospite d'onore dello spettacolo allestito dagli allievi dell'Istituto "Morea-Vivarelli"

Roma, (Zenit.org) Redazione | 360 hits

Domenica 30 marzo, press il Teatro Gentile di Fabriano, alle ore 17 ed alle ore 21, gli alunni dell’Istituto “Morea-Vivarelli” e di altre scuole, metteranno in scena il loro terzo spettacolo di Basta! Storie vere di dolore e di rinascita.

Lo spettacolo è aperto a tutta la città e con un invito particolare rivolto ai loro coetanei che frequentano le altre scuole ed a tutti coloro che sono in contatto in modo educativo con gli studenti fabrianesi.

I ragazzi interpreteranno e racconteranno storie di chi, pur avendo sperimentato l’amarezza della vita, hanno comunque avuto la forza di rialzarsi per trasformare una difficoltà personale in un’opportunità.

Ospite d’onore dell’evento sarà la scrittrice Chiara Amirante, fondatrice e presidente della Comunità “Nuovi Orizzonti”. Sarà proprio lei che, avendo dedicato la propria vita al sostegno di tantissime persone moralmente e fisicamente afflitte da situazioni apparentemente senza speranza, ci parlerà di forza interiore e di coraggio.

Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con don Umberto Rotili e don Gabriele Trombetti, con le coreografie della scuola di danza “Centro EffeDue”, con la direzione di Paola Paolucci e del coro “Be Bop Chorus”, con l’intervento delle rappresentanti di “Noi come prima”, con l’aiuto degli insegnanti musicisti del “Morea-Vivarelli” e con il coordinamento della prof.ssa Maria Cristina Corvo.

Visto il grande successo degli anni passati, gli organizzatori hanno deciso di replicare lo spettacolo due volte: alle ore 17.00 (per prenotazioni rivolgersi a Giulia 331-23.71.208) ed alle ore 21.00 (per prenotazioni rivolgersi a Maikol 334-59.31.613).