Terra Santa: pellegrinaggi più facili per i disabili

Siglato un accordo tra UNITALSI e El Al Israel Airlines

| 1289 hits

di Luca Marcolivio

ROMA, venerdì, 27 gennaio 2012 (ZENIT.org) – I pellegrinaggi in Terra Santa per anziani e disabili diventano più facili ed agevoli. È stato infatti siglato stamattina un accordo di collaborazione tra UNITALSI e la compagnia aerea El Al Israel Airlines, con collegamenti da Roma e Milano verso Israele.

L’accordo è stato sottoscritto dal presidente dell’UNITALSI, Salvatore Pagliuca, dal presidente di El Al Israel Airlines, Elyezer, e dal direttore del Centro Europa & Africa El Al Israel Airlines, Yechiel Eyni.

Il primo dei pellegrinaggi è previsto dal 19 al 23 febbraio 2012, Anno Europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni. Nel corso degli anni l’UNITALSI ha sviluppato e implementato una serie di servizi destinati alle persone diversamente abili, per rendere loro più agevole e fruibile, il pellegrinaggio nei luoghi della spiritualità.

Nel corso della conferenza stampa al Palazzo del Vicariato, durante la quale è stato illustrato l’accordo, il vicepresidente nazionale dell’UNITALSI, Dante D’Elpidio, ha sottolineato la concomitanza non causale dell’evento con la Giornata della Memoria e la natura “non esclusivamente commerciale dell’accordo, che ha una forte valenza etica”.

“La disabilità non è un mondo a parte ma una parte del mondo”, ha detto Salvatore Pagliuca, presidente nazionale dell’UNITALSI, salutando con soddisfazione i tanti risultati raggiunti negli ultimi anni dall’associazione.

Un messaggio di stima e di apprezzamento è stato recapitato all’UNITALSI dal Patriarca latino di Gerusalemme, monsignor Fuad Twal, che ha sottolineato quanto l’iniziativa sia “in armonia con la chiamata del Santo Padre e la richiesta del Sinodo del Medio Oriente e con i nostri ripetuti appelli ai nostri fratelli cristiani”.

Gratitudine è stata espressa anche dal vicepresidente del Parlamento Europeo, Roberta Angelilli, che in un messaggio ha ricordato che uno degli obiettivi dell’Anno europeo per l’invecchiamento è “proprio quello di lottare contro gli stereotipi legati agli anziani, sviluppando iniziative per promuovere la solidarietà e la cooperazione tra le generazioni”.

Durante la conferenza, il presidente di El Al Israel, Elyezer Shkedy, ha riferito che, durante il 2011, la propria compagnia aerea ha fatto viaggiare più di 77mila passeggeri disabili e che l’obiettivo è ora quello di migliorare ulteriormente le tecnologie a bordo per rendere loro sempre più agevole il viaggio.

Antonio Gazzellone, delegato al turismo del Comune di Roma, presente alla conferenza stampa in rappresentanza del sindaco Gianni Alemanno, ha dichiarato: “Nel giorno della Memoria è bello che due città sorelle come Roma e Gerusalemme si trovino a condividere l’inizio di un nuovo percorso fatto di dialogo tra fedi e culture”.

Gazzellone ha poi ricordato due importanti iniziative del Campidoglio a sigillo dell’amicizia tra le due capitali: l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Roma della delibera per la realizzazione del Museo della Memoria, nei pressi di Villa Torlonia, e l’inaugurazione di un nuovo percorso che collega la Sinagoga di Ostia all’Isola Tiberina.

Un’iniziativa della Roma turistica, sottolineata da Gazzellone, è la proiezione sui voli El Al dell’Omaggio a Roma, il cortometraggio di Franco Zeffirelli, interpretato da Andrea Bocelli.

In rappresentanza della Città Santa è intervenuto il vicesindaco di Gerusalemme, Naomi Tsur, che ha salutato l’accordo tra UNITALSI ed El Al come un rinnovato segno dell’amicizia tra “due delle più importanti città del mondo civilizzato”, ma soprattutto come un passo avanti per i diritti dei disabili che, durante gli anni dell’Olocausto nazista commemorato oggi, “come gli ebrei non avevano spazio né cittadinanza”.

Tra le iniziative di UNITALSI ricordate nel corso della conferenza stampa, figura la realizzazione di servizi igienici per persone con disabilità, nei pressi della Basilica del Santo Sepolcro, in collaborazione con il municipio di Gerusalemme. Servizi analoghi sono in corso di realizzazione anche in altri luoghi di pellegrinaggio della Terra Santa.

Sempre in collaborazione con El Al e con il contributo di Keren Kayameth LeIsrael, la più antica organizzazione ambientalista del mondo, UNITALSI ha lanciato la campagna di sensibilizzazione Un’oasi di pace in Terra Santa, patrocinata da Roma Capitale e dal Municipio di Gerusalemme, grazie alla quale sorgerà un piccolo bosco nei pressi della montagna di Gerusalemme: per ogni passeggero che parteciperà ai pellegrinaggi UNITALSI-El Al, sarà piantato un albero.

Gli alberi avranno una targa commemorativa per ricordare tutti i partecipanti ai vari pellegrinaggi, a cui verrà consegnato anche un certificato attestante il gesto di donazione.