"Totus Tuus, Maria"

Il nuovo libro di mons. Florian Kolfhaus per prepararsi e approfondire la devozione alla Madonna, vera "scuola di santità"

Roma, (Zenit.org) | 563 hits

Il libro di Mons. Florian Kolfhaus, “Totus Tuus, Maria”, intende offrire non solo un invito alla santità, ma anche un metodo per diventare santi. Questa è stata l’intenzione di san Luigi Maria Grignion de Montfort quando ha scritto il suo famoso Trattato della vera devozione alla Santa Vergine, in cui affermava che la Madonna è la via più facile, più breve, più perfetta e più sicura per diventare santi e la devozione che insegna è l’abbandono totale a Lei.

La consacrazione a Maria significa darsi senza riserve alla beata Vergine per essere modellato da Lei secondo la forma di Cristo e, quindi, diventare santo. Nel suo seno si è realizzato il più grande miracolo che supera ogni ragione umana: Dio si è fatto uomo. San Luigi Maria Grignion è convinto che nel cuore di Maria il fedele viene formato come cristiano autentico, cioè immagine vera di Cristo. Perciò la consacrazione alla Madonna implica il rinnovo delle promesse battesimali, attraverso le quali siamo diventati figli di Dio e abbiamo ricevuto il privilegio di chiamarci cristiani.

La devozione a Maria è, dunque, una scuola di santità che consiste semplicemente nell’imitazione di Cristo. La Madonna desidera insegnarci la vera sapienza, che non è un libro, nè una scienza o una filosofia, ma Gesù stesso: “Colui che conosce Nostro Signore Gesù Cristo” scrive San Luigi Maria “sa tutto, anche se non sa nient’altro. Colui che non lo conosce, anche se conosce tutte le altre cose, non sa niente.

La statua di Nostra Signora di Quito (Ecuador) mostra la Madonna che balla sul serpente. Quest’immagine straordinaria vuol dire che Lei, che è “piena di grazie”, vince il male senza fatica. Maria calpesta la testa del dragone ballando per dirci che la sequela del suo Figlio – anche se significa portare la croce – non è una vita di tristezza e depressione. Il santo viene spesso visto come una persona triste, incapace di gioire e oppresso dal peso troppo grosso di comandamenti, norme e regole.

Il vero santo, invece, è colui che vive in stato di grazia. E solo questa grazia, non la sua forza umana, lo fa vincere, ballando nella gioia del Signore, sul peccato e sul male. Basta la collaborazione dell’uomo, basta il “fiat” fiducioso affinché Dio compia la sua volontà. Questo si impara da Maria; anzi, Lei stessa, distribuendo tutte le grazie di cui abbiamo bisogno, ci forma ad immagine di figli.

Consacrarsi alla Madonna significa perciò lasciarsi condurre da Lei a questo “ballo”, che si fa sulla terra, ma ai ritmi della musica di Lassù. Ella ci guida in questa danza insegnandoci tre passi che si ripetono continuamente: conoscere, amare e servire Cristo. La devozione mariana non è qualcosa di secondario o di superficiale nella vita cristiana, ma è centrale: “Essere cattolici vuol dire essere mariani” ha detto il Papa Benedetto XVI. [1]

S. Luigi Maria in 33 giorni conduce colui che intende affidarsi a Maria e, tramite Lei, al Suo Figlio divino, alla consacrazione alla Santissima Vergine. Si tratto di un cammino in cui il fedele cerca di conoscere meglio la Madonna e di amarla di più per poi potersi abbandonare veramente senza riserve a Lei.

Il presente libro vuole seguire le orme del Santo e aiutare il lettore a prepararsi a tale consacrazione aspettando da essa niente di meno che l’entrata nella scuola di Maria in cui la Maestra forma i santi. Volutamente i 33 giorni di “esercizi spirituali” sono stati ridotti a dodici; tre servono all’esame di coscienza e al rinnovo della vita, nove invece preparano direttamente alla consacrazione presentando all’orante le varie tappe della vita di Maria.

Il libro intende rendere più facile per tutti, specialmente a coloro che iniziano una vera vita spirituale. Chi non ha mai fatto sport, non può correre una maratona. Ma se comincia lentamente ad allenarsi, ci arriverà senza rischiare di farsi male o di smettere frustrato…

Dopo le preghiere e le meditazioni per ogni giorno della novena, si troverà la lettura di un capitolo del “Trattato della vera devozione a Maria” di S. Luigi Maria Grignion de Montfort. Segue poi la presentazione della vita di un santo come esempio dei frutti che la consacrazione alla Madonna può portare, per poi concludersi con una breve preghiera.

Questo non è un libro solo da leggere, ma da praticare, da pregare, da meditare e soprattutto vuole stimolare la fiducia nella Madonna, che ci guida se prendiamo la sua mano. Il libro vuole aiutare a rispondere all’invito di Papa Benedetto XVI: “Rimanete alla scuola di Maria. Ispiratevi ai suoi insegnamenti, cercate di accogliere e di conservare nel cuore le luci che Lei, per mandato divino, vi invia dall’alto”. [2]

Florian Kolfhaus, "Totus tuus, Maria. Dodici giorni di preparazione per la consacrazione alla Madonna. Approfondimento della vita spirituale secondo i testi di S. Luigi Maria Grignion da Montfort", Cantagalli 2011, euro 13,00

*

NOTE

[1] Papa Benedetto XVI, Udienza per i membri della Congregazione Mariana di Ratisbona, il 28 maggio 2011.

[2] Papa Benedetto XVI, Aparecida/Brasile, 12 maggio 2007