"Tra tempio e piazza non vi è contrapposizione"

Appoggio del cardinale Bagnasco all'iniziativa itinerante del Rinnovamento nello Spirito sui Dieci Comandamenti

Genova, (Zenit.org) | 340 hits

In occasione della presentazione ufficiale della prossima tappa di 10 Piazze per 10 Comandamenti, il cardinale arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco ha espresso il suo apprezzamento e la sua accoglienza nei riguardi del progetto del Rinnovamento nello Spirito Santo.

L’appuntamento è per sabato prossimo, 22 giugno, a piazza Matteotti, a Genova, per una kermesse interamente dedicata al VII Comandamento “Non rubare”.

«L’iniziativa intrapresa dal Rinnovamento è nella dimensione di una rivoluzione evangelica che si compie attraverso gesti particolari, eventi straordinari», ha detto ieri sera il cardinale Bagnasco, durante la conferenza stampa di presentazione.

«Mi piace molto questa scelta della “piazza” che è il luogo simbolico della vita politica e sociale della Città, come della Chiesa è il tempio, luogo simbolico della vita cristiana – ha aggiunto il porporato -. Ma tra “tempio e piazza” non vi è contrapposizione, vi è dialogo, vi è una rispettosa collaborazione perché se la Chiesa non diventa piazza e la piazza non è portata nella Chiesa, allora la fede non dice nulla alla vita e la vita non provoca la fede».

Un plauso all’iniziativa è arrivato anche dal presidente del consiglio comunale di Genova, Giorgio Guerello, che, durante il suo intervento in conferenza stampa, ha dichiarato che il progetto del RnS riporta «al centro della città, nel suo spazio vitale, nella piazza appunto, il dibattito sui Dieci Comandamenti, fondamento di tutte le Costituzioni civili e democratiche», citando, in questo senso la Costituzione italiana.