Tre appuntamenti per rileggere le grandi Omelie di Benedetto XVI

Al via dal 19 gennaio al Vicariato di Roma il primo appuntamento del ciclo di letture teologiche

| 933 hits

CITTA' DEL VATICANO, martedì, 10 gennaio 2012 (ZENIT.org) – Un ciclo di letture teologiche dedicate al tema de "Le grandi omelie Pasquali di Benedetto XVI". È l’iniziativa promossa dall'Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, giunta alla sua quinta edizione, che prenderà il via il prossimo giovedì 19 nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Apostolico Lateranense.

Tre le letture in questione: la prima, dedicata all’omelia pronunciata dal Santo Padre nella Veglia pasquale del 7 aprile del 2007, concentrerà la sua attenzione sul tema “L’uomo nuovo mito o realtà?”.

Interverranno monsignor Enrico Dal Covolo, rettore della Pontificia Università Lateranense; Alberto Siracusano, docente presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Lorenza Lei, direttore generale della RAI.

Nel prossimo appuntamento, giovedì 26 gennaio, si partirà dall’omelia del Pontefice della Veglia Pasquale del 22 marzo 2008, per poi passare alla discussione sulla tematica “L’identità dell’uomo nel tempo e oltre il tempo”.

Ospiti d’onore il professor Livio Melina, del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II; la professoressa Laura Palazzani, docente presso la LUMSA - Libera Università Maria SS. Assunta di Roma, ed il professor Angelo Luigi Vescovi, direttore scientifico dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”.

Terzo ed ultimo incontro, giovedì 2 febbraio dove, soffermandosi sull’omelia della Veglia Pasquale pronunciata dal Papa l’11 aprile  2009, si parlerà de “La stabilità dell’uomo nel mondo globalizzato”.

Relazioneranno in quell’occasione: S.E. Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer sj, segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede; il professor Giampiero Milano, dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e il professor Enrico Giovannini, presidente ISTAT.

Tutti gli incontri saranno presieduti da Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte Costituzionale Italiana e conclusi dal cardinale vicario Agostino Vallini.