Tutto è possibile per chi crede

Meditazione quotidiana sulla Parola di Dio

Roma, (Zenit.org) | 447 hits

Lettura

L’idea della presenza dei demòni che minacciano l’esistenza umana, procurando varie disgrazie, sofferenze e malattie, era ampiamente comune nell’antichità. Spesso gli Evangelisti distinguono fra malattia e possessione demoniaca, ma non sempre. Questo perché sono interessati soprattutto all’aspetto religioso: a loro preme affermare, come nel caso del Vangelo di oggi, il potere di Gesù di guarire le malattie e scacciare i demòni. Un tale potere è segno della presenza del Regno di Dio, perché le forze del male sono sconfitte. Per ottenere il miracolo, la via necessaria è la fede attestata dal padre del giovane epilettico. Anche la preghiera fa sì che Dio intervenga e salvi.

Meditazione

Ma che cosa intendiamo per fede? La nostra non è una fede generica ma fede cristiana. Il centro vivo della nostra fede, infatti, è Gesù Cristo, e cristiano è chi ha scelto Gesù e lo segue. La fede perciò è la risultante della conoscenza di Cristo e la nostra adesione alla sua persona che è, come dice laGaudium et Spes, «la chiave, il centro e il fine dell’uomo, nonché di tutta la storia umana». La fede, dunque, è virtù, atteggiamento abituale dell’anima, inclinazione permanente a giudicare e ad agire secondo il pensiero di Cristo, con spontaneità e vigore. Essa deve essere integrata nella vita per indicare che la coscienza del cristiano non conosce fratture, ma è profondamente unitaria. Giustamente san Giacomo scrive: «A che serve fratelli miei, se uno dice di avere fede, ma non ha le opere? Quella fede può salvarlo?». La fede, se non è seguita dalle opere, è morta. Il cristiano deve annunciare ogni giorno il suo amore per tutti gli uomini. È una trama che va intessuta quotidianamente. È la fitta e misteriosa trama entro cui si incontrano Dio che si rivela e l’uomo che lo cerca. La fede, perciò, è la risposta dell’uomo a Dio che lo chiama alla partecipazione della sua stessa vita divina; una risposta che non solo crede in alcune verità, quelle che Dio ha voluto manifestarci, ma le vive nelle e con le scelte di ogni giorno. È attraverso la decisione della fede che noi possiamo arrivare alla salvezza.

Preghiera

«Più la fede è provata, più la fede cresce perché sa andare al di là di tutti gli ostacoli per riposarsi nel seno dell’Amore infinito che non può fare che opere d’amore. A questa anima tutta vigilante nella sua fede, la tua voce, o Maestro, può dire nell’intimo quella parola che rivolgevi un giorno a Maria Maddalena: “Va’ in pace, la tua fede ti ha salvata» (Elisabetta della Trinità).

Agire

Ripetiamo spesso le parole del padre del ragazzo – «Gesù, credo; aiuta la mia incredulità» – consapevoli che, come si esprime san Pietro, solo il Signore ha parole di vita eterna. Solo il Signore può renderci veramente felici.

Meditazione del giorno a cura di monsignor Michele De Rosa, vescovo di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti, tratta dal mensile "Messa Meditazione”, per gentile concessione di Edizioni ARTPer abbonamenti: info@edizioniart.it