Un'alleanza trasversale in difesa della vita

Lettera di Carlo Casini ai parlamentari e ai senatori italiani per invitarli a firmare per Uno di Noi, liniziativa europea per riconoscere la vita fin dal concepimento

Roma, (Zenit.org) Antonio Gaspari | 597 hits

“Il riconoscimento della uguale dignità di ogni essere umano, sempre e quindi fin dal suo primo inizio del concepimento, non è un'esigenza solo religiosa. Prima ancora è laica, come risulta da quella Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, che costituisce, in certo modo, la parola d’ordine della modernità. Nonostante ogni contraria apparenza, il valore della vita umana non è divisivo, ma, anzi, è una potente forza unitiva”.

Lo ha scritto Carlo Casini, Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, in una lettera spedita a tutti i parlamentari italiani.

Casini invita deputati e senatori a riflettere sull’Evangelium vitae di Giovanni Paolo II, ed in particolare al n. 5 della enciclica dove Karol Wojtyla lancia un appassionato appello “rivolto a tutti e a ciascuno, in nome di Dio: rispetta, difendi, ama e servi ogni vita umana! Solo su questa strada troverai giustizia, sviluppo, libertà vera, pace e felicità!”.

“Sappiamo – spiega Casini- perché le forze politiche hanno tenuto fuori dal dibattito sulla fiducia il valore della vita umana. Un confine di divisione, quasi un muro impenetrabile, è stato costruito per impedire una giusta soluzione dei problemi posti dalla “questione antropologica”.

“Anche per abbattere questo muro – ha aggiunto - è opportuna la rimeditazione guidata dal pensiero di Giovanni Paolo II, le cui parole hanno contributo ad abbattere, senza alcuno spargimento di sangue e senza alcuna violenza, quel muro di Berlino che segnava la “innaturale divisione” dell’Europa.

A questo proposito, Casini chiede a tutti i Parlamentari e le personalità di Governo di aderire all’iniziativa dei cittadini europei “Uno di noi” www.oneofus.eu oppure www.firmaunodinoi.it, anche perché “nel corso della legislatura ci saranno dei momenti in cui sarà opportuna un’alleanza trasversale per la vita che superi i confini dei partiti”.