Un Fiuggi Family Festival all'insegna della gioventù

La presidente Antonella Bevere: "Vogliamo che genitori e figli riscoprano il bello di andare insieme al cinema"

| 817 hits

di Luca Marcolivio

ROMA, giovedì, 5 luglio 2012 (ZENIT.org) – Sarà all'insegna della gioventù e di una famiglia sempre più protagonista, la prossima edizione del Fiuggi Family Festival. Nel corso della conferenza stampa, ospitata stamattina presso la Sala Tirreno della Regione Lazio, la presidente Antonella Bevere, ha illustrato le novità della manifestazione che si terrà a Fiuggi dal 25 al 29 luglio prossimi.

Il motto di quest'anno è Il bello della famiglia che intende innanzitutto riscoprire la bellezza dello stare insieme. Il cinema è sicuramente uno strumento di aggregazione, anche se spesso questa funzione rimane soltanto a livello potenziale. “Dobbiamo domandarci – ha detto Bevere – per quale motivo le famiglie non vanno più al cinema e perché, anche in famiglia, con i mezzi di comunicazione attuali, ci sia la tendenza ad isolarsi rispetto ai propri stessi familiari”.

La crisi economica, ha aggiunto la presidente, non deve scoraggiare le iniziative per la famiglia, in quanto la famiglia stessa, lungi dall'essere un “soggetto da sostenere”, è essa stessa un sostegno e una “fonte di energia” per la società.

A questi e ad altri interrogativi cercherà di rispondere la tavola rotonda organizzata nella giornata centrale della manifestazione: venerdì 27 luglio, alle ore 16.30, presso la sala consiliare del Comune di Fiuggi si discuterà di Cinema e Famiglia fra cultura e mercato, un dibattito coordinato e moderato dal presidente del Forum delle Associazioni Familiari, Francesco Belletti.

Tra le novità, da sottolineare, innanzitutto la presenza di coniugi all'interno della giuria cui sarà sottoposto il concorso cinematografico. Presieduta dal regista Fernando Muraca (che ha diretto, tra le altre cose, il film Duns Scoto e varie episodi di Don Matteo e del Commissario Rex), la giuria vederà infatti la presenza del regista Stefano Alleva e di sua moglie, l'attrice Ewa Spadlo; di Francesco Belletti, presidente nazionale del Forum Associazioni Familiari, e di sua moglie Gabriella;Maria e Raimondo Scotto,delegati associazione Famiglie Nuove;Kristian Gianfreda, responsabile settore comunicazione Comunità Papa Giovanni XXIII, accompagnato dalla moglie, Francesca Febei.

A completareil quadro dei giurati: Carlo Miccichè, coordinatore editoriale della fiction Mediaset, e don Gianluca Bernardini,direttore della rivista e del sito dell'Acec SdC, collaboratore dell'ufficio per le Comunicazioni sociali della Diocesi di Milano per il settore Cinema e Teatro.

Il direttore artistico del Fiuggi Family Festival, Mussi Bollini, confermata dopo la scorsa edizione, ha sottolineato i contenuti pedagogici della manifestazione che intende “educare i bambini al bello e alla diversità: così come li si educa, sin da piccoli, a variare la loro alimentazione e ad essere curiosi verso tutti i sapori, è bene fare lo stesso anche con il cinema e i programmi televisivi, aiutandoli a discernere tra i film belli e i film brutti”.

Sono proprio l'educazione e il dialogo tra genitori e figli, il miglior metodo per preservarli da trasmissioni e contenuti inadeguati. “Qualcuno sicuramente non sarà d'accordo con me – ha aggiunto Bollini – ma sono convinta che strumenti come parental control o v-chip siano soltanto delle 'foglie di fico' e non siano troppo utili allo scopo che si prefiggono”.

Il direttore artistico ha poi espresso soddisfazione per la scelta di puntare quest'anno su uno staff organizzativo pieno di giovani, attenti ai gusti e alle tendenze della propria generazione.

Una scelta condivisa anche dall'assessore regionale alla Famiglia, Aldo Forte (la Regione Lazio è tra i principali sponsor del Fiuggi Family Festival) che ha sottolineato quanto oggigiorno i giovani siano “non solo fruitori della comunicazione, quanto anche produttori di contenuti”, grazie all'immediatezza delle nuove tecnologie.

La necessità di un ritorno ad un cinema e ad una televisione “a misura di famiglia” è stata auspicata anche dal presidente di giuria, Fernando Muraca, che ha lamentato quanto i contenuti delle fiction siano spesso “inadatti ai minori”. “Tempo fa – ha raccontato il regista - mi hanno proposto una sceneggiatura così poco idonea a un pubblico adolescenziale, che ho pensato: chi l'ha scritta non ha figli...”.

Muraca, padre di tre bambini di 11, 9 e 5 anni, ha confidato la sua abitudine di sottoporre le sceneggiature che riceve, ai suoi figli per vagliarne la validità per un pubblico familiare.

Tra gli ospiti della prossima edizione del Fiuggi Family Festival figurano: l'attore e conduttore televisivo Flavio Insinna; la conduttrice TV, Paola Saluzzi (madrina della passata edizione); Niccolò Bongiorno, figlio dell'indimenticato Mike, che parlerà del suo rapporto con il celebre padre; Donatella Bianchi, conduttrice e autrice del programma di Raiuno, Linea Blu, che presenterà il suo libro Le 100 perle del mare italiano (RaiEri-Rizzoli, 2012). Madrina della manifestazione sarà la giornalista televisiva Elsa Di Gati.

I film proiettati quest'anno saranno 26. Tra le pellicole in gara si segnala October Baby, di John Schneider, storia di una ragazza che scopre di essere sopravvissuta ad un aborto e decide di conoscere la propria madre naturale. Tra i film non in competizione figurano, nella sezione film per ragazzi, Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento, di Hiromasa Yonebayashi; nella sezione adulti, Quasi amici di Olivier Nakache, e The Help, di Tate Taylor. Per la sezione famiglie al cinema, sarà proiettato The Amazing Spiderman di Marc Webb.

Come per l'edizione 2011, il prossimo Fiuggi Family Festival si terrà presso il borgo Medioevale di Fiuggi Alta. All'interno del Teatro Comunale avverranno le proiezioni dei film in gara, mentre i dibattiti si terranno per lo più, presso i locali del Comune di Fiuggi. All'esterno degli edifici, sulla piazza principale del paese saranno ospitati gli stand e le aree ludiche per i bambini.