Un Manuale di Bioetica in distribuzione alla GMG Rio 2013

Intervista con padre Rafael Fornasier, consultore della Commissione Pastorale Episcopale per la Vita e Famiglia della CNBB

Rio de Janeiro, (Zenit.org) | 567 hits

Durante la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro verranno distribuite più di due milioni di copie, in quattro lingue, del Manuale di Bioetica per i giovani, intitolato Keys to Bioethics (Chiavi per la bioetica).

“Il contenuto è stato elaborato da professionisti nel campo della bioetica, della salute e delle scienze umane e sociali, molti dei quali sono legati o vicini alla Fondazione Jérôme Lejeune, creata per continuare l'azione del professor Lejeune”, ha spiegato a ZENIT padre Rafael Fornasier, consultore della Commissione Pastorale Episcopale per la Vita e Famiglia della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB).

Nel 1958 il genetista e pediatra francese Jérôme Lejeune scoprì che la sindrome di Down è un'anomalia genetica, la quale comporta che le cellule contengono 3 copie del cromosoma 21 anziché due, per cui viene anche chiamata trisomia 21. Da allora, Lejeune si è dedicato alla ricerca scientifica di una terapia per curare la sindrome e migliorare la vita dei portatori della trisomia 21, respingendo con fermezza la legalizzazione dell'aborto.

Keys to Bioethics - preparato dalla Fondazione Jérôme Lejeune, in collaborazione con la Commissione Nazionale di Pastorale familiare della CNBB e con il Centro de Estudios Biosanitarios (Spagna) - è una rielaborazione del manuale della stessa Fondazione Jérôme Lejeune in Francia, distribuito gratuitamente pochi anni fa in varie lingue.

“L'idea di distribuirlo durante la GMG è partita dai colloqui condotti dalla Fondazione Jérôme Lejeune con i vescovi, i sacerdoti e i laici che lavorano nel campo della bioetica, raggiungendo così una proposta comune che è stata fatta con l'organizzazione della Giornata Mondiale della Gioventù, la quale, a sua volta, ha abbracciato l'idea e si sta impegnando con molta forza e dedizione per far arrivare il manuale nelle mani dei giovani”, ha detto padre Rafael a ZENIT.

L'introduzione del Manuale, firmata da monsignor Orani João Tempesta, arcivescovo di Rio, e da Jean-Marie Le Méné, presidente della Fondazione Jérôme Lejeune, afferma: “Si tratta di una presentazione oggettiva delle grandi questioni bioetiche con le quali veniamo tutti confrontati e che ci lasciano frequentemente impreparati. Basato sui fondamenti della scienza e della ragione, Keys to Bioethics permette al lettore di coglierle semplicemente grazie ad una informazione precisa e rigorosa, a cui la fede della Chiesa arriva a dare il suo pieno significato”.

“Il manuale - spiega don Rafael - oltre a dare alla fine del testo un elenco di riferimenti bibliografici, si basa anche sulle posizioni attuali dei ricercatori. È stato adattato e rivisto per quanto riguarda la sua terminologia e la sua applicazione da un Paese all'altro, con l'aiuto degli organismi sopra menzionati”.

Secondo padre Rafael Fornasier, “il Manuale non ha alcun interesse a far valere o difendere questa o quella linea di bioetica. Di fronte al linguaggio puramente sanitario (preoccupandosi più della trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili che di una vera e umana educazione sessuale per i giovani), contraccettivo (mirato ad un controllo delle nascite, senza una corretta informazione per quanto riguarda il rischio rappresentato dall'uso di metodi contraccettivi ampiamente diffusi, spesso per interessi economici di parte), utilitarista (proponendo l'uso di esseri umani a scopo di ricerca o di eliminarlo quando è indesiderato, inutile o economicamente oneroso per il sistema di sicurezza sociale) e ideologico, il Manuale si propone di mettere in chiaro alcuni elementi che aiutano i giovani a realizzare un giudizio etico su quello che viene proposto loro - a volte imposto - come informazione relativa ai temi scottanti riguardanti la vita umana di oggi”.

Keys to Bioethics ha ricevuto fondi per la produzione e la distribuzione da parte della stessa Fondazione Jérôme Lejeune e da generosi donatori provenienti da vari paesi.

Per informazioni: vidafamilia@cnbb.org.br