Un "Supervisory Board" per l'APSA-Sezione Straordinaria

È inoltre iniziata la procedura di due "Diligence" sull'attività economica e finanziario dell'ente vaticano

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 359 hits

Riportiamo di seguito il comunicato della Sala Stampa della Santa Sede in merito alla creazione di un “Supervisory Board" dell’APSA-Sezione Straordinaria.

***

In attuazione di quanto presentato nel luglio scorso al Consiglio dei Cardinali per lo Studio dei problemi Organizzativi ed Economici della Santa Sede nella relazione dei Consultori dell’APSA, è apparso opportuno rivedere le funzioni dei Consultori stessi attraverso la creazione di un "Supervisory Board" dell’APSA-Sezione Straordinaria, per il quale gli stessi Consultori hanno dato la loro disponibilità.

Com’è noto, l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica – Sezione Straordinaria ha la funzione esclusiva di amministrare i beni mobili propri e quelli ad essa affidati da altri Enti della Santa Sede.

Inoltre, in data 15 ottobre è iniziata la procedura di Due Diligence sull’attività economica e finanziaria delle due Sezioni dell’APSA, ordinaria e straordinaria, affidata al Promontory Financial Group. L’esito della revisione permetterà di approfondire la verifica della situazione finanziaria e gestionale dell’APSA.

L’iniziativa è stata avviata d’accordo con la Pontificia Commissione referente di Studio e Indirizzo sull’organizzazione della struttura economica-amministrativa della Santa Sede, che avrà a disposizione i dati dell’attività di revisione, così da permetterle di formulare, nell’ambito del suo mandato, opportune proposte per promuovere l’efficienza e la trasparenza della stessa APSA.