Un Sussidio di preghiera per accompagnare il viaggio di Francesco in Terra Santa

Il testo della proposta di preghiera promossa dagli Ordinari di Terra Santa, in 9 lingue, sul sito terrasanctapax.org

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 364 hits

Durante il mese di marzo scorso, gli Ordinari di Terra Santa, riuniti in assemblea plenaria, hanno promosso una speciale iniziativa di preghiera per accompagnare il viaggio pastorale ed ecumenico di Papa Francesco, dal 24 al 26 maggio. L'iniziativa verrà realizzata attraverso un Sussidio preparato dagli organizzatori dell'annuale Giornata Internazionale di intercessione per la Pace in Terra Santa e della Preghiera straordinaria della Chiesa per la Riconciliazione, l’Unità e la Pace, cominciando da Gerusalemme.

Il Sussidio di preghiera è stato pensato per essere uno strumento agile di proposta di preghiera durante gli stessi giorni della visita del Pontefice. Apice del sussidio è la Preghiera del 25 maggio pomeriggio (ore 19 di Gerusalemme), giorno in cui Papa Francesco e Bartolomeo I, nel ricordo dello storico incontro tra Paolo VI e il Patriarca Atenagora, pregheranno insieme nella Basilica del Santo Sepolcro.

Il Sussidio è stato tradotto in nove lingue per essere fruibile dal maggior numero di persone e vivere quei giorni innalzando la stessa preghiera. La proposta di preghiera, insieme ad altre notizie, si può trovare e scaricare sul sito terrasanctapax.org, nato sempre in occasione della importante visita del Santo Padre.

"A pochi giorni dal Pellegrinaggio di Papa Francesco - scrive in un comunicato Pietro Felet, scj, Segretario generale degli Ordinari di Terra Santa - è importante ricordare innanzitutto le parole e l'invito alla preghiera che ci sono state consegnate nello scorso mese di gennaio, durante l'Angelus che annunciava il viaggio: 'Desidero annunciare che dal 24 al 26 maggio prossimo, a Dio piacendo, compirò un pellegrinaggio in Terra Santa. Scopo principale è commemorare lo storico incontro tra il Papa Paolo VI e il Patriarca Atenagora, che avvenne esattamente il 5 gennaio, come oggi, di 50 anni fa. Le tappe saranno tre: Amman, Betlemme e Gerusalemme. Tre giorni. Presso il Santo Sepolcro celebreremo un Incontro Ecumenico con tutti i rappresentanti delle Chiese cristiane di Gerusalemme, insieme al Patriarca Bartolomeo di Costantinopoli. Fin da ora vi domando di pregare per questo pellegrinaggio, che sarà un pellegrinaggio di preghiera'”.