Una educazione alla fede per i laici in Cina

Corso di formazione nella provincia di Zhe Jiang per una migliore conoscenza della fede e della Sacra Scrittura

| 697 hits

HANG ZHOU, giovedì, 9 agosto 2012 (ZENIT.org) - "Studiare, conoscere ed applicare la Sacra Scrittura" è il tema del corso di formazione dei laici della comunità cattolica della provincia di Zhe Jiang, svoltosi dal 31 luglio al 4 agosto.

Secondo quanto riferisce Faith di He Bei all'Agenzia Fides, 150 fedeli laici attivi nella vita comunitaria (soprattutto parrocchiale) delle 4 diocesi della provincia hanno partecipato allo studio "per migliorare la propria formazione della fede e portare il frutto dello studio nella propria parrocchia".

Durante il seminario sono stati impartiti insegnamenti su 6 temi: la conoscenza della Sacra Scrittura, il migliore modo per leggere la Bibbia, l'ascolto della Parola di Dio con l'orecchio e con il cuore, l'insegnamento della Sacra Scrittura nella vita, l'evangelizzazione alla luce della Sacra Scrittura. 

La provincia di Zhe Jiang che si trova nella costa sud-est della Cina continentale conta 101.800 km con una popolazione di 47,2 milione di abitanti. Il capoluogo è Hang Zhou. La provincia è suddivisa in 4 diocesi: Hang Zhou, Tai Zhou, Wen Zhou e Ning Bo. Secondo il sito ufficiale della Chiesa cattolica della provincia, la comunità conta 69 sacerdoti, 47 seminaristi, 99 religiose, 175 mila fedeli laici, 335 chiese e cappelle e 5 Casa degli Anziani. 

Il Vangelo è arrivato nella terra della provincia di Zhe Jiang fin dalla dinastia Tang (61-907). Nel 1696, Papa Innocenzo XII fondò il Vicariato Apostolico di Zhe Jiang nominando il padre domenicano Alcala come il primo Vicario Apostolico. Nel 1838, il Vicariato venne unito alla provincia di Jiang Xi e affidato ai missionari lazzaristi