Unire rigore scientifico ed etica

I presidenti di Scienza & Vita: "La prevenzione del tumore ai polmoni e le alte percentuali di guarigioni di cancro al senso dimostrano che con la buona ricerca si ottengono progressi significativi"

Roma, (Zenit.org) | 285 hits

“Le recenti scoperte che mostrano come sia possibile prevenire efficacemente il tumore ai polmoni e la notizia delle sempre più alte percentuali di guarigione da cancro alla mammella, dimostrano che è solo con la buona ricerca che si ottengono progressi significativi”, dichiarano Paola Ricci Sindoni e Domenico Coviello, presidente e copresidente nazionali dell’Associazione Scienza & Vita. 

“Il dibattito oggi in corso sulla sperimentazione e la ricerca basata sul metodo scientifico confermano come in questo ambito gli unici risultati rilevanti siano quelli acquisiti attraverso metodologie e applicazioni verificate. Attuare una sperimentazione controllata è una via lunga, complessa e soprattutto vissuta lontano dai riflettori e dalle spettacolarizzazioni. E’ un percorso condotto con tenacia e determinazione dai ricercatori, ed è l’unico da cui conseguono esiti incisivi e realmente validi per tutti, che devono anche essere supportati da una corretta informazione scientifica da parte dei media”. 

“Prevenzione rigorosa, diagnosi precoci, interventi tempestivi e terapie mirate riducono significativamente l’incidenza degli effetti esiziali di varie tipologie, anche se molto resta ancora da fare. E’ però sempre necessario che ciò sia unito a standard scientifici, medici ed etici molto severi e legati a un controllo stringente, che garantisca la sicurezza dei pazienti e la reale efficacia delle cure”.