"Uno di Noi" sempre più in alto

L'iniziativa cittadina europea sta per raggiungere quota 1,1 milioni

Roma, (Zenit.org) Elisabetta Pittino | 340 hits

Il click day è appena passato e l’iniziativa dei cittadini europei “Uno di Noi” ha raccolto 1.097.417 firme.

L’iniziativa dei cittadini europei chiede il riconoscimento della persona  fin dal concepimento e il divieto dell’utilizzo dei fondi europei per sostenere associazioni che praticano l’aborto e ricerche mediche che violano la dignità dei nascituri.

L’incremento delle firme ha fatto si che Portogallo e Malta hanno superato la soglia richiesta, così che ora sono 13.

Il Portogallo con 16.803 firme raggiunge il 101,84%, mentre Malta che sta veramente facendo uno scatto finale degno di nota, con 4893 firme è al 108,73%.

Chi fermerà più quest'Europa per la vita?

Per quanto riguarda l'incidenza del click day europeo, guardando alla situazione di ogni paese si può vedere che ha funzionato bene in Polonia dove il 22 settembre sono state raccolte 2.641 firme online, Italia 1.112, Romania 525, Spagna 453, a sorpresa gran Bretagna 404, Cipro 189, Grecia 155.

Ecco la hit parade settimanale di “Uno di Noi":

1. Italia con 382.563 firme

2. Polonia con 171.719 firme

3. sorpresa la Germania sale sul podio superando la Francia con 92.942 firme

4. Francia con 88.995

Poi 5a Romania, 6a Spagna, 7a Ungheria, 8a Austria, 9a Olanda, 10a Portogallo.

Tutto o quasi può cambiare facendo la classifica secondo la percentuale raggiunta. Per questo è possibile guardare la situazione dettagliata per ogni paese sul sito www.oneofus.eu.

È interessante vedere le novità dei paesi fuori dai primi 10.

E allora sono da segnalare: Cipro che ha raggiunto il 42,02% del minimo e la Grecia che sembra avere preso un ritmo per abbandonare gli ultimi posti.

La Croazia che raccoglie firma solo dall’inizio di luglio, cioè da quando è entrata nella Ue, è già al 71,86% della quota da raggiungere.

Il Lussemburgo si avvicina a grandi passi al minimo, con l'85,51%.

La raccolta continua fino al primo di novembre 2013.

L'ufficio di coordinamento europeo di Bruxelles ha posto come nuovo obiettivo  il raggiungimento di 1.500.000 firme entro il 1 novembre.

La sfida della settimana è di arrivare al 1.200mila entrò fine settembre.

È possibile firmare online o sul cartaceo attraverso il sito www.oneofus.eu. Le firme cartacee devono essere inviate al coordinatore nazionale (per sapere chi è basta andare sul sito www.oneofus.eu nella sezione contatti) entrò il 15 ottobre.