Uno statunitense, rappresentante papale presso l’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica

| 730 hits

CITTA’ DEL VATICANO, lunedì, 22 gennaio 2007 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha nominato il sacerdote statunitense monsignor Michael W. Banach rappresentante permanente della Santa Sede presso l’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica.



Allo stesso tempo, in base a quanto annunciato questo lunedì dalla Sala Stampa della Santa Sede, il Papa ha nominato monsignor Banach presso le altre istituzioni internazionali che hanno sede a Vienna.

Per questo motivo, il sacerdote sarà anche rappresentante papale presso l’Organizzazione per la Sicurezza e Cooperazione in Europa (O.S.C.E.) e presso la Commissione Preparatoria del Trattato sull’Interdizione Globale degli Esperimenti Nucleari (CTBTO).

Monsignor Banach sarà inoltre Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (O.N.U.D.I.) e presso l’Ufficio delle Nazioni Unite a Vienna.

Succede nell’incarico a monsignor Leo Boccardi, nominato dal Papa nunzio apostolico in Sudan.

Monsignor Michael W. Banach, finora Consigliere di Nunziatura presso la Segreteria di Stato, é nato a Worcester (U.S.A.) il 19 novembre 1962.

È stato ordinato sacerdote il 7 luglio 1988. Si è incardinato a Worcester. È laureato in Diritto Canonico. Entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 1° luglio 1994, ha prestato la propria opera nelle Rappresentanze Pontificie in Bolivia e in Nigeria e presso la Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato.

Conosce l’inglese, l’italiano, il francese, lo spagnolo e il polacco.