USA: "Milioni di americani lottano per vivere"

Richiesta urgente dei presidenti di tre Commissioni della Conferenza Episcopale al Congresso di Washington

Roma, (Fides.org) | 291 hits

I Vescovi presidenti di tre Commissioni della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti d'America (USCCB) hanno esortato il Congresso ad adempiere con urgenza al suo ruolo fondamentale di governo ed a rispondere alle sfide che si presentano, in patria e all'estero. Il 30 settembre infatti i Vescovi Mons. José H. Gomez (Los Angeles, Commissione per le Migrazioni), Mons. Stephen E. Blaire (Stockton, California, Commissione per la Giustizia interna e lo sviluppo umano ) e Mons. Richard E. Pates (Des Moines, Iowa, Commissione internazionale Giustizia e Pace) hanno presentato una lettera alla Camera e al Senato citando alcune questioni urgenti, tra cui la tremenda disoccupazione nel paese e i milioni di persone sfollate a causa del conflitto in Siria.

Come informa il comunicato della Conferenza Episcopale inviato all’Agenzia Fides, "i Vescovi cattolici degli Stati Uniti sono pronti a lavorare con i leader di entrambe le parti per un progetto che riduca i futuri disavanzi insostenibili, per proteggere i poveri e i più vulnerabili, per sostenere il bene comune e promuovere la vita e la dignità umana".

Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma che il ruolo proprio del governo è "rendere accessibile a ciascuno ciò che è necessario per condurre una vita veramente umana", tra cui cibo, vestiti, sanità, istruzione e cultura, ricordano i Vescovi. "Nel nostro paese oggi milioni di americani lottano per soddisfare queste esigenze di base, non per colpa loro, ma a causa di un'economia che continua a non riuscire a creare sufficienti opportunità economiche" è scritto nel comunicato. "Lo scorso anno il tasso di povertà è rimasto come 20 anni fa, più di 1 bambino su 5 vive in povertà, e 49 milioni di americani hanno sofferto per l’insicurezza alimentare". Il comunicato aggiunge che attualmente si parla di 23 milioni di americani disoccupati o sottoccupati.

(Fonte: Agenzia Fides, 02/10/2013)