"Vedo in voi la bellezza del volto giovane di Cristo!"

Primo incontro di papa Francesco con i giovani di tutto il mondo sul lungomare di Copacabana

Rio de Janeiro, (Zenit.org) Luca Marcolivio | 346 hits

Alla sera del suo quarto giorno, la Giornata Mondiale della Gioventù è arrivata al suo momento clou. Protagonisti assoluti, finalmente, sono stati loro: il Papa e i giovani. Durante il pomeriggio di ieri, i ragazzi hanno atteso per ore il Santo Padre sul lungomare di Copacabana.

La festa di accoglienza dei giovani pellegrini a papa Francesco ha avuto inizio intorno alle 18, con il saluto dell’arcivescovo di Rio de Janeiro, monsignor Orani João Tempesta.

In primo luogo, il presule ha sottolineato che si tratta della seconda Giornata Mondiale della Gioventù in America Latina, a ventisei anni di distanza dalla seconda edizione, tenutasi a Buenos Aires nel 1987. “È con immensa gioia che la salutiamo e la accogliamo qui, Santo Padre, in questa America Latina, che lei ben conosce”, ha detto monsignor Tempesta.

“Sappiamo, caro Santo Padre – ha proseguito - che la sua presenza come successore di Pietro, unità dei discepoli missionari, ci fortifica nel camminare assieme a Cristo, andando incontro al Padre. Questa realtà della missione è stata ben sperimentata in migliaia di comunità nelle diocesi di tutto il Brasile, durante la Settimana Missionaria”.

L’arcivescovo di Rio ha poi espresso la sua gratitudine a papa Francesco per le visite di questi giorni e, in particolare, “per ricordarci, con attenzione caritatevole, l’importanza di un amore attento a ogni fratello, in particolare il giovane e il povero”.

È seguita una performance dal titolo Rio de Fé in cui 150 giovani hanno rappresentato artisticamente la vita quotidiana della Cidade maravilhosa. Quindi cinque giovani, in rappresentanza dei cinque Continenti, hanno salutato l’arrivo di Papa Francesco per la GMG 2013.

“Vedo in voi la bellezza del volto giovane di Cristo e il mio cuore si riempie di gioia!”, ha esordito il Santo Padre rivolto ai giovani, ricordando poi i giorni della Giornata Mondiale della Gioventù di Buenos Aires, ed in particolare la frase pronunciata in quell’occasione dal suo predecessore, il beato Giovanni Paolo II: “Ho tanta speranza in voi! Mi auguro soprattutto che rinnoviate la vostra fedeltà a Gesù Cristo e alla sua croce redentrice”.

Papa Francesco ha poi chiesto un minuto di silenzio e di preghiera per Sophie Morinière, la giovane pellegrina che ha perso la vita nei giorni scorsi in un tragico incidente nella Guyana francese, in cui sono rimasti feriti altri giovani.

Un ringraziamento “di cuore” è stato rivolto dal Pontefice anche all’altro suo predecessore, Benedetto XVI, per aver convocato la GMG in corso.

Volgendo lo sguardo alla folla, Francesco ha commentato: “Siete in tanti! Venite da tutti i continenti! Siete spesso distanti non solo geograficamente, ma anche dal punto di vista esistenziale, culturale, sociale, umano. Ma oggi siete qui, anzi oggi siamo qui, insieme, uniti per condividere la fede e la gioia dell’incontro con Cristo, dell’essere suoi discepoli”.

In questi giorni, Rio de Janeiro diventa “il centro della Chiesa, il suo cuore vivo e giovane”, grazie alla risposta generosa e coraggiosa di fronte “all’invito che Gesù vi ha fatto di rimanere con Lui, di essere suoi amici”, ha sottolineato il Papa.

Osservando ancora la grande quantità di giovani presenti a Copacabana, il Santo Padre ha aggiunto: “Guardando questo mare, la spiaggia e tutti voi, mi viene in mente il momento in cui Gesù ha chiamato i primi discepoli a seguirlo sulla riva del lago di Tiberiade. Oggi Gesù ci chiede ancora: Vuoi essere mio discepolo? Vuoi essere mio amico? Vuoi essere testimone del mio Vangelo?”.

Sono tutte domande che “ci invitano a rinnovare il nostro impegno di cristiani”, ha sottolineato il Pontefice, ricordando di essere “venuto per confermarvi in questa fede” ma anche “per essere confermato dall'entusiasmo della vostra fede!”.

A tutti i giovani del mondo, anche a coloro i quali non hanno potuto recarsi personalmente a Rio de Janeiro e che seguono la GMG per radio, in TV o su Internet, papa Francesco ha detto: “Benvenuti a questa grande festa della fede!”.

Prima del congedo e dei ringraziamenti finali, il Santo Padre ha aggiunto: “Il mio cuore di Pastore vi abbraccia tutti con affetto universale. Il Cristo Redentore, dalla cima del monte del Corcovado, ci accoglie in questa bellissima città di Rio!”.