Via Sancti Benedicti, taglio ufficiale del nastro il 19 e 20 marzo

Inaugurazione dell'antico tragitto che unisce Subiaco a Montecassino. L'assessore Abbate: "Strumento straordinario per la crescita del territorio"

Roma, (Zenit.org) | 788 hits

Trattasi di un’iniziativa che unisce in un unicum straordinario due dimensioni temporali: il passato perchéla Via Benedictirappresenta l’intimo legame della nostra terra con il mondo della Cristianità; il futuro in quanto la valorizzazione di tale percorso, autentica occasione di crescita e sviluppo dell’intero territorio,  diviene leva eccellente delle molteplici potenzialità di quest’ultimo, in primis l’ambiente, la tradizione e la storia.

Stiamo parlando del progetto di valorizzazione della Via Benedicti, l’antico sentiero che percorse San Benedetto da Norcia a San Vincenzo al Volturno, e che lo vide fare tappa a Montecassino per fondare lì, sul monte che dominala Città Martire, la sua celebre Abbazia e diffondere il santo verbo dell’”Ora et labora”.

Il percorso, che unisce Subiaco al cenobio benedettino di Cassino, per lo più di tipo montano, ora fruibile, è stato messo in sicurezza dalla Provincia di Frosinone, attraverso l’Assessorato alla Cultura e in collaborazione con il Gruppo Regionale del Club Alpino Italiano, grazie ad un contributo concesso dalla Regione Lazio.

In tal modo si è inteso esaltare il legame tra escursionismo, arte e fede in una terra che vede la presenza di importantissime realtà benedettine, quali l’Abbazia di Montecassino, l’Abbazia di Casamari, l’Abbazia di S. Domenico ela Certosadi Trisulti ed incantevoli testimonianze di vita monastica di ascendenza benedettina qualila Badiadi S. Sebastiano ad Alatri. La realizzazione del “Cammino delle Abbazie”, questo il nome del progetto specifico che interessa la nostra provincia, si colloca all’interno di un quadro ben più ampio, volto a connotare culturalmente il territorio provinciale, unitamente ad altri interventi di valorizzazione come quelli operati della Provincia di Frosinone lungola Via Francigenae la produzione e diffusione di materiale informativo sulle mura in opera poligonale presenti nel territorio. 

L’importantissima iniziativa, che si avvale dell’ausilio delle più moderne tecnologie di comunicazione (in particolare le applicazioni della realtà aumentata che permettono, attraverso un semplice touch sullo smartphone di avere notizie e informazioni sul patrimonio artistico presente sul percorso, così come sull’offerta ricettiva e di ristorazione) verrà inaugurata ufficialmente in una due giorni voluta proprio dalla Provincia di Frosinone.  

Martedì prossimo, 19 marzo, alle ore 16,00, presso il Salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone, alla presenza delle autorità laiche, religiose e militari, verrà ufficialmente presentato il “Cammino delle Abbazie – Via Benedicti”. Nell’occasione verrà presentato e diffuso anche il materiale promozionale realizzato in collaborazione con il  Gruppo Regionale del Club Alpino Italiano. Si tratta di una curatissima cartina, in cui è tracciato il percorso, diviso in diverse tappe, con l’indicazione del tempo di percorrenza e del dislivello altimetrico di ciascun tragitto. Il Cammino, infatti, è sviluppato in molteplici tappe in luoghi di enorme valore storico-turistico (Subiaco, Villa di Nerone-Altipiani di Arcinazzo; Altipiani di Arcinazzo-Guarcino; Guarcino-Collepardo; Collepardo-Veroli; Veroli-Monte San Giovanni Campano; Monte San Giovanni Campano-Arpino; Arpino-Casalvieri; Casalvieri-Colle San Magno; Colle San Magno-Abbazia di Montecassino), più diverse varianti, (Altipiani di Arcinazzo-Campocatino; Campocatino-Collepardo; Casalvieri-Roccasecca e Roccasecca-Abbazia di Montecassino).

Il giorno seguente, mercoledì 20 marzo, si terrà la cerimonia vera e propria di inaugurazione del tracciato, alla presenza delle autorità locali, secondo il seguente programma: ore 10,00 cerimonia di inaugurazione presso l’Abbazia di Santa Scolastica; ore 15,00 cerimonia di inaugurazione presso l’Abbazia di Casamari; ore 18,00  cerimonia di inaugurazione presso l’Abbazia di Montecassino, nell’ambito delle celebrazioni dedicate a San Benedetto.

“Abbiamo pensato bene di calendarizzare il taglio ufficiale del nastro di questo straordinario progetto proprio nei giorni canonici dedicati ai festeggiamenti di San Benedetto – ha dichiarato l’assessore Abbate – il progetto della via Benedicti rappresenta uno strumento strategico per la crescita del nostro territorio. Una realizzazione di dimensioni non certamente locali che farà della nostra terra la meta di un turismo non solo culturale, ma anche ambientale, sportivo e ricreativo. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno permesso di potere arrivare all’ambito traguardo. Ora occorre lavorare per la promozione e per la valorizzazione del percorso. Abbiamo in mano una eccezionale leva di crescita, utilizziamola al meglio, anche per le ricadute di tipo economico ed occupazionale che può generare”.