Vilcoyote è uno di noi!

La vita può rinascere sempre, ogni giorno, se impariamo a guardare oltre e a non arrenderci

| 1080 hits

di Carlo Climati

ROMA, venerdì, 5 ottobre 2012 (ZENIT.org).– Abbiamo proprio bisogno di buone notizie! Una buona notizia è sicuramente la partecipazione di Chiara Amirante, fondatrice della Comunità Nuovi Orizzonti, come uditrice al Sinodo dei Vescovi.

Nuovi Orizzonti è una delle più belle realtà che operano nell’ambito del sociale e della nuova evangelizzazione. La presenza di Chiara al Sinodo, insieme a quella di altri laici, è il segno del contributo che tutti i battezzati possono dare alla Chiesa di oggi, con umiltà, entusiasmo ed impegno.

Intervistata da Radio Vaticana, la fondatrice di Nuovi Orizzonti ha dichiarato: “Penso che oggi più che mai ci sia bisogno di cristiani che sappiano trasmettere quanto il Vangelo dia risposte concrete alle grandi domande dell’uomo contemporaneo, le grandi sfide della nostra società. E credo che sia più che mai urgente proprio da parte di noi laici, incarnare questo messaggio nella vita quotidiana ed essere sempre più coerenti”.

Chiara Amirante ha recentemente pubblicato un libro, scritto insieme a Don Davide Banzato, “Nuovi Evangelizzatori” (editrice Orizzonti di Luce), che racchiude il cuore di questo messaggio di speranza. E’ un’opera veramente preziosa, che si propone come sussidio pratico ed esperienziale per singoli e comunità.

Nuovi Orizzonti è una realtà particolarmente attenta al mondo giovanile. I suoi Cavalieri della Luce, si legge sul sito www.nuoviorizzonti.org, sono “persone che decidono di impegnarsi in varie iniziative di evangelizzazione ordinaria e straordinaria; si riuniscono periodicamente nei rispettivi gruppi o cenacoli per momenti di formazione, preghiera comunitaria, meditazione e approfondimento della Parola di Dio e per organizzare assieme iniziative di evangelizzazione, animazione, prevenzione e sensibilizzazione”.

I Cavalieri della Luce, dunque, prendono “l’impegno di testimoniare la gioia di Cristo risorto e di portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo! Essi prendono in particolare l’impegno di essere degli innamorati della Verità; di nutrirsi della Parola Dio, di proclamarla vivendola con radicalità, senza alcun compromesso o interpretazione di comodo; di andare nelle strade, nelle piazze e annunziare con forza la Buona Notizia; di immergersi negli ‘inferi’ del mondo per colorarli di Cielo”.

Nuovi Orizzonti crede molto nel buon uso dei mezzi di comunicazione. Ha dato vita al blog “E Gioia sia” (www.egioiasia.com) e a trasmissioni televisive come “Solo l’amore” e “Vita che rinasce”, condotte da Silvia Piasentini e Don Davide Banzato , con interessanti testimonianze di persone che hanno avuto il cuore toccato dal Vangelo.

E’ proprio questa idea della rinascita che caratterizza molto il messaggio di Nuovi Orizzonti. E’ un messaggio importante per i giovani e per tutti noi.

Quante vite abbiamo? Apparentemente solo una. Ma se ci pensiamo bene, in realtà, possiamo avere cento, mille, un milione di vite. La nostra vita può rinnovarsi ogni giorno, nel momento in cui scegliamo di lottare, di non arrenderci di fronte agli ostacoli, ai nostri difetti e alle nostre cadute quotidiane.

Chi non ha mai visto un cartone animato di Gatto Silvestro, Titti, Speedy Gonzales, Vilcoyote e Bip-Bip? La maggior parte delle storie si basano sul conflitto tra due personaggi in gara tra di loro. Si tratta di competizioni interminabili, che durano da anni senza mai trovare una fine.

Gatto Silvestro é costantemente impegnato nella cattura di Titti o di Speedy Gonzales. Mentre il geniale Vilcoyote non fa altro che inventare complicati marchingegni per bloccare la fuga dello struzzo Bip-Bip.

In questi cartoni animati é il perdente ad essere più simpatico. Non è lo struzzo Bip-Bip, che riesce sempre a salvarsi. Il vero eroe é Vilcoyote, che nonostante i mille fallimenti é sempre pronto a ricominciare la sua caccia.

Vilcoyote viene costantemente frantumato, massacrato, distrutto. Ma rinasce sempre, più forte e geniale di prima. Emblematica é l’immagine in cui lo vediamo cadere nel vuoto e disintegrarsi in una nuvoletta, per poi apparire fresco e riposato nella sequenza successiva.

I perdenti dei cartoni animati sono perdenti solo per un attimo. Non si arrendono mai, anche quando vengono fatti a pezzetti o cadono in un burrone. Poco dopo ricomincia la loro caccia al canarino, al topo o allo struzzo.

E’ una metafora della vita. Ogni giorno, tutti noi dobbiamo lottare contro il nostro Bip-Bip, che può essere un ostacolo o un difetto personale che non riusciamo a vincere.

A volte ci guardiamo allo specchio e ci rammarichiamo per i nostri errori e le nostre fragilità. Ci demoralizziamo per una sconfitta, ma non ci rendiamo conto che sono proprio le sconfitte a fortificarci e a migliorarci.

Siamo esseri umani e possiamo sbagliare. Ma subito dopo possiamo rialzarci e riprendere il nostro cammino, cercando nuove invenzioni per catturare il nostro Bip-Bip.