Vivere santamente la vita ordinaria

26 giugno festa di san Josemaría, fondatore dell'Opus Dei

| 925 hits

ROMA, sabato, 23 giugno 2012 (ZENIT.org).–Il prossimo 26 giugno ricorre il 37° anniversario della morte di san Josemaría Escrivá. A Roma, Mons. Javier Echevarría, Prelato dell’Opus Dei, celebrerà una Santa Messa nella Basilica di San’Eugenio a Valle Giulia. In tutta Italia saranno celebrate più di 80 Messe in onore del santo, nella festa di san Josemaría, il 26 giugno, da Trieste a Marina di Ragusa passando per le principali città della penisola. Il 22 giugno a Milano la celebrazione in Duomo sarà presieduta dal Card. Angelo Scola. A Genova celebrerà il Card. Angelo Bagnasco il 26 giugno. A Firenze, il Card. Giuseppe Betori presiederà la Santa Messa il 25 giugno presso il Santuario della Santissima Annunziata. L’elenco completo delle Messe è disponibile su www.opusdei.it, è disponibile anche una mappa con le Messe che si celebrano in tutto il mondo:  http://www.it.josemariaescriva.info/maps/it/.

La devozione al fondatore dell’Opus Dei continua a diffondersi nel nostro Paese come in tutto il mondo. È stato canonizzato dal Beato Giovanni Paolo II il 6 ottobre 2002 a Roma. Il suo messaggio fondamentale è riassunto da questa sua frase: "Lì dove sono le vostre aspirazioni, il vostro lavoro, lì dove si riversa il vostro amore, quello è il posto del vostro quotidiano incontro con Cristo. È in mezzo alle cose più materiali della terra che ci dobbiamo santificare, servendo Dio e tutti gli uomini. Il cielo e la terra, figli miei, sembra che si uniscano laggiù, sulla linea dell’orizzonte. E invece no, è nei vostri cuori che si fondono davvero, quando vivete santamente la vita ordinaria…”. (San Josemaría Escrivá, dall’omelia “Amare il mondo appassionatamente").

In Italia più di 110.000 persone ricevono regolarmente il Notiziario di San Josemaría e molti si affidano quotidianamente alla sua intercessione. Tra il 1975, anno della morte di San Josemaría, e il 2012 sono state scritte nel nostro Paese, infatti, migliaia di lettere di persone che hanno ricevuto favori spirituali, guarigioni ecc, ricorrendo all’intercessione di San Josemaría. Le reliquie del santo sono esposte alla venerazione dei fedeli in diversi luoghi di culto in tutta Italia.

In diverse province italiane sono state intitolate strade, piazze, giardini e altre realtà a san Josemaría: ad esempio giardini, cappelle, moli portuali, edicole, aule, biblioteche, un pronto soccorso e così via. Una cima dell’Etna è stata dedicata a san Josemaría così come sono dedicate al santo una banchina portuale a Civitavecchia e a Pantelleria. La mappa completa dei luoghi dedicati a san Josemaría è disponibile qui:
https://maps.google.com/maps/ms?ie=UTF8&hl=it&msa=0&msid=111031150451828466904.0004399d86130c5d26052&ll=41.607228,12.810059&spn=10.577218,21.445313&z=6&om=1.

Per avere maggiori informazioni sulla figura di san Josemaría si può visitare:www.josemariaescriva.info